Lo strano equivoco palestinese del campo di Yarmouk

By , in Middle East on . Tagged width: ,

Yarmouk

Perché i palestinesi del campo di Yarmouk sono diversi da quelli di Gaza? Perché per Yarmouk (che per la cronaca è sotto assedio da un paio d’anni mica da ieri) non si sono mai organizzate flotille, petizioni alla Corte dei Diritti, perché l’Onu non ha mai condannato con fermezza l’eccidio dei palestinesi di Yarmouk?

Qui c’è un equivoco non da poco che dobbiamo risolvere. Come mai se un palestinese a Gaza o in Cisgiordania inciampa su un sasso e cadendo si scortica un ginocchio si mobilita mezzo mondo mentre dei palestinesi massacrati dagli jihadisti non gliene frega nulla a nessuno? Che ci siano degli interessi dietro? Se un palestinese rende, e quelli di Gaza e della Cisgiordania rendono parecchio, allora tutti pronti a scattare, ma se si tratta di un povero palestinese di Yarmouk che non rende nulla chissenefrega? Certo, tutti bravi a scrivere editoriali di fuoco, adesso dopo due anni di assedio e qualche migliaio di morti, ma nessuno dei tantissimi adoratori dei palestinesi ha fatto un fiato prima. C’entrerà mica il fatto che, oltre a non rendere, Israele non c’entra nulla? No perché francamente il sospetto viene. Addirittura durante la guerra di Gaza della scorsa estate gli “amici” dei palestinesi hanno usato le immagini dei massacri di Yarmouk spacciandole per quelle di Gaza. Almeno i palestinesi di Yarmouk potranno dire di essere stati utili.

Ora però che si sono mobilitati tutti per i palestinesi di Yarmouk qualche speranza c’è. Potrebbero diventare fruttuosi anche i fratellini minori dei palestinesi di Gaza e della Cisgiordania. Poca roba eh… però è sempre meglio di nulla. E poi tra qualche mese vedremo le immagini di Yarmouk spacciate ancora per quelle di Gaza. Si fa quello che si può.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sharon Levi

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata