Middle East

E’ definitivo: Egitto sotto influenza russa. Altro schiaffo a Obama

egitto-obama-putin

Lo avevamo anticipato qualche tempo fa e ora è pressoché ufficiale: l’Egitto tradito da Obama passa sotto l’influenza della Russia. Così gli Stati Uniti perdono uno dei più importanti alleati regionali.

A sancirlo in maniera definitiva è il massiccio acquisto di armi che l’Egitto si appresta a fare dalla Russia. Secondo fonti egiziane riprese da un giornale del Kuwait i rapporti tra il Generale Al-Sisi e il Ministero della Difesa russa si sarebbero fortemente intensificati negli ultimi giorni proprio al fine di concludere velocemente l’accordo per la fornitura di armi russe all’esercito egiziano.

Stando a quanto viene riferito dal giornale Al-Rai che cita “fonti di alto livello del Governo egiziano” l’accordo tra Egitto e Russia comprenderebbe la consegna di aerei di ultima generazione altamente sofisticati,  sistemi di monitoraggio elettronico, sistemi d’arma modernissimi e probabilmente carri armati. Si parla anche di un sistema antimissile e di elicotteri da combattimento.

La decisione del Generale Al-Sisi di acquistare armi dalla Russia è arrivata dopo il sostanziale blocco da parte americana degli aiuti militari all’Egitto e soprattutto dopo il rifiuto da parte di Obama di consegnare gli elicotteri Apache all’esercito egiziano che li avrebbe usati nella lotta ai terroristi del Sinai.

Secondo il giornale kuwatiano che ieri ha pubblicato un dettagliato rapporto sulla vicenda, l’unico che sta tentando di non gettare l’Egitto nelle mani della Russia sarebbe il Ministro della Difesa americano, Chuck Hagel, il quale lunedì avrebbe telefonato ad Al-Sisi promettendo di sbloccare la situazione e affermando che la politica di Obama è del tutto incomprensibile.

E incomprensibile lo è veramente la politica del Presidente americano se è vero si è opposto addirittura alla restituzione all’Egitto di cinque elicotteri Apache mandati a fare un aggiornamento negli Stati Uniti e li rimasti proprio per volere di Obama. Un atteggiamento del tutto pazzesco che sta letteralmente consegnando l’Egitto all’influenza russa con tutte le conseguenze che ne deriveranno sugli assetti in Medio Oriente.

L’acquisto di armi russe da parte dell’Egitto ammonta a due miliardi di dollari (la prima tranche) ed è completamente finanziato da Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti, altri due Paesi che stanno uscendo dall’orbita di influenza degli Stati Uniti per gettarsi nelle mani di Putin.

Noemi Cabitza

Tags

Related Articles

7 Comments

  1. e ci credo : questo mussulmano pacifinto ed “abbronzato”di merda …ha finanziato ed appoggiato “i Fratelli mussulmani” & Morsi …”nuovo dittatore ed estremista islamico” !!! …OBAMBY “alleato” dell’Egitto… ?!? …ma quando mai !!!! Per fortuna …gli egiziani …l’han capito dove …erano cascati con questo …stronzo idiota!!!

  2. Non riesco a vederla ancora cosi’ radicale l’estromissione degli USA.C’è sempre Camp David,dove gli USA danno da !,5 a egitto e 3 ml di dollari all’anno a israele per mantenere la pace fra i due stati.. Non credo che si possa parlare in modo radicale, in quanto USA in ogni modo incassa i benefici di ogni pagamento che avviene in quanto si paga in dollari.(petrodollaro) E’ pur vero che l’Egitto necessita di armi e di turisti ,percui il leader sovietico è riuscito a fare una buona politica .Non si è fatto sfuggire questo momento in cui l’america soffre per un Leader del genere .Scusate se mi permetto ma questo è il mio punto di vista .

  3. L’Egitto è un grande paese e un leader non sarà sotto l’influenza di qualsiasi altro paese, ha trattato con l’Egitto sulla base di stabilita regionale principale influente Haalmoa voi non trattare con lo Stato è un polo di signori del mondo.

  4. مصر دولة كبيرة ورائدة ولم ولن تكون تحت نفوذ اي دولة اخرى، تعاملوا مع مصر على اساس وضعها الاقليمي الرئيسي المؤثر ةاعلموا انكم تتعاملون مع دولة تعد قطبا من اقطاب العالم شاء من شاء وابى من ابى.

  5. Dobbiamo capire una cosa importante, che e’ l’America e una magior parte della UE hanno messo un imbargo non dichiarato sulla economia egiziana, che hanno sconsigliato ai turisti di andare in Egitto, (Il Turismo in Egitto rapresanta 20% del pil) Anzi che aiutare un paese appena uscito da una revoluzione dopo l’altra contro il terrorismo organizzato dai fratelli musulmani, dall’Alqaeda e altro, e se l’Egitto non possa avere rapporti con l’ocedente, lo avra’ con Russia e i paese del”est Europo (come adesso) In egitto adesso ci sono 70 % dei turisto sono Russi e alla faccia dell’USA e UE.

Close