L’ebraismo nordamericano raccoglie un miliardo di dollari per Israele

14 Dicembre 2023
sostegno a israele

L’ebraismo nordamericano ha raccolto circa 1 miliardo di dollari per Israele durante la guerra con Hamas, secondo le stime degli autori di un nuovo rapporto sull’argomento.

Le Federazioni ebraiche del Nord America hanno raccolto più di 600 milioni di dollari per Israele in un solo mese dallo scoppio della guerra tra Hamas e Israele, si legge nel rapporto pubblicato ieri, intitolato “Stand United – US Jewry and Israel During the First Month of the War” e redatto dagli studiosi del Ruderman Program for American Jewish Studies dell’Università di Haifa.

La cifra restante di 400 milioni di dollari è una stima delle donazioni raccolte in diverse campagne da altre organizzazioni comunitarie e private con affiliazione ebraica, comprese le associazioni di amicizia che sostengono gli ospedali, le università e i servizi di emergenza israeliani, ha dichiarato David Barak-Gorodetsky, direttore del Ruderman Program.

I 602 milioni di dollari raccolti dalle Federazioni ebraiche del Nord America e dalle organizzazioni che ne fanno parte superano l’obiettivo di 500 milioni di dollari annunciato all’inizio della campagna di raccolta fondi, proprio all’inizio della guerra, il 7 ottobre, quando 3.000 terroristi di Hamas hanno ucciso circa 1.200 israeliani in un brutale raid transfrontaliero e hanno preso 240 ostaggi.

Queste cifre rappresentano un “contributo senza precedenti”, si legge nel rapporto di 71 pagine. I 602 milioni di dollari raccolti dalle federazioni nell’ottobre 2023 rappresentano un aumento del 70% rispetto alla seconda più grande campagna per Israele degli ultimi anni, avvenuta durante la Seconda guerra del Libano del 2006.

(Adeguati all’inflazione, i 360 milioni di dollari raccolti nel 2006 equivalgono a 540 milioni di dollari nel 2023. I 350 milioni di dollari raccolti dalle Federazioni ebraiche per Israele durante la Seconda Intifada nel 2002 equivalgono a circa 595 milioni di dollari nel 2023).

Oltre alla raccolta di fondi, la risposta delle comunità ebraiche nordamericane, vigorosa e continua, comprende 143 manifestazioni di solidarietà tenute in tutto il Nord America solo nel primo mese di guerra, scrivono gli autori del rapporto.

La guerra sta cambiando le dinamiche interne dell’ebraismo nordamericano, aggiunge il rapporto. “Come la guerra ha unito la società israeliana – o almeno ha ridotto il dibattito sulle divisioni al suo interno – così l’opinione pubblica ebraica americana si è radunata intorno alla causa comune, stando a molte conversazioni che abbiamo avuto”, scrivono gli autori.

Gli autori citano la proliferazione di eventi di preghiera congiunti tra le varie confessioni e l’emarginazione delle critiche a Israele da entrambi i lati della divisione ideologica conservatrice-liberale.

[jetpack_subscription_form]

Seguici su…

massacro del 7 ottobre sito web

I più condivisi di recente

Mappa zone sicure per i civili a gaza. IDF esercito etico
Previous Story

Dietrofront della Casa Bianca: «IDF esercito etico»

bambini ucraini rapiti dai russi
Next Story

Bambini ucraini rapiti dai russi costretti a “lezioni di Wagner”

Latest from Medio Oriente

Go toTop