Tag

odiatori

Browsing

New York (Rights Reporter) – Eccola la nuova diplomazia in Medio Oriente, quella che non piace agli odiatori perché affronta i problemi reali e non le utopie come quelle palestinesi, quella degli incontri in pubblico come quello di ieri a New York tra il Premier israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente egiziano Abdel Fatah al-Sisi e di quelli ancora “segreti” come quello con il principe saudita Mohammed bin Salman.

ignoranza

Ignoranza o, come diceva qualcuno, ignoranza beata ignoranza. E’ molto più facile essere ignoranti che informati perché informarsi su qualcosa, qualunque cosa, costa fatica. Alcuni spesso confondono ignoranza con stupidità ma non è la stessa cosa. Uno stupido si informa anche se non capisce, l’ignorante evita proprio di informarsi e prende per oro colato tutto quello che gli propinano coloro che non sono né stupidi né ignoranti e che hanno capito come funziona l’informazione del terzo millennio.

Accade periodicamente che in rete vengano pubblicate liste di proscrizione di personaggi ebrei o vicini al mondo ebraico e a Israele, mascherate in vario modo ma pur sempre liste di proscrizione. Ma l’ultima apparsa è veramente un “capolavoro”, sia per la quantità dei nomi (oltre 3.000) che per le modalità, perché vorrebbe apparire come una sorta di “blocco collettivo applicato a Facebook” quando in realtà è una vera e propria lista di nomi da mettere all’indice, una lista di proscrizione appunto.

Alla ovvia delusione della ANP per la decisione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu di respingere la risoluzione palestinese che chiedeva, tra le altre cose, il ritiro programmato dell’esercito israeliano entro il 2017, si contrappone la soddisfazione di Hamas che aveva sempre osteggiato la risoluzione in quanto, a detta loro, “Israele non deve proprio esistere”.