Iran – Stati Uniti: siamo alle buffonate. Lite sul testo dell’accordo sul nucleare iraniano

iran-obama-rohani

Chi mente tra Iran e Stati Uniti? Ieri la Fars News ha pubblicato una durissima presa di posizione del Ministero degli Esteri iraniano in merito al testo dell’accordo sul nucleare iraniano diffuso dalla Casa Bianca attraverso il suo sito web.

I due testi diffusi sono palesemente diversi. Quello diffuso dalla Casa Bianca contiene clausole imposte agli iraniani che nel testo diffuso in Iran non ci sono. Questo ha fatto talmente arrabbiare gli iraniani che sono arrivati a emettere un comunicato ufficiale per smentire Obama.

La domanda che ci si pone ora è: chi dei due mente? Secondo le nostre fonti l’accordo raggiunto a Ginevra è quello pubblicato (anche ieri) dagli iraniani e la tendenza di Obama a mentire ci lascia pensare che effettivamente il testo diffuso dalla Casa Bianca sia un modo di addolcire il boccone ai tanti senatori e cittadini comuni americani contrari all’accordo raggiunto a Ginevra.

Intanto in Iran gongolano per la “grande vittoria diplomatica ottenuta” che non solo lascia praticamente intatte le possibilità di ottenere in brevissimo tempo la bomba atomica ma che, come ricorda Rohani, ha isolato diplomaticamente Israele. E in Iran diventano pure arroganti quando affermano, come fa il Generale Hossein Salami, che l’occidente ha cambiato atteggiamento nei confronti del programma nucleare iraniano solo quando in Iran hanno raggiunto la capacità di arricchire l’uranio al di sopra del 20%. Prima sarebbero stati arroganti e poi intimoriti (per racchiudere in poche parole il succo del discorso).

Fatto sta che questo accordo viene visto in Iran come una grande vittoria diplomatica che permette agli iraniani di proseguire nel loro programma nucleare senza il peso delle sanzioni mentre Obama cerca di mescolare le carte attribuendosi meriti che non ha e mentendo sui reali accordi raggiunti a Ginevra.

Sarah F.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata