Federica Mogherini ne combina un’altra delle sue. Con un lancio sul suo blog ufficiale annuncia il rilancio di una iniziativa del quartetto (Stati Uniti, Russia, Unione Europea e Onu) per raggiungere un accordo tra Israele e i palestinesi per una soluzione a due Stati e annuncia che tale iniziativa arriva dopo consultazioni dirette con Netanyahu e Abu Mazen. Solo che Netanyahu non ne sapeva nulla.

La Mogherini scrive suo suo blog:

Ieri a Monaco ho riunito il Quartetto sul Medio Oriente – John Kerry per gli USA, Sergei Lavrov per la Russia, Jan Eliasson in rappresentanza di Ban Ki-moon per le Nazioni Unite. Perché il moltiplicarsi delle crisi attorno a noi non può farci dimenticare la necessità, ed anche l’urgenza, di aiutare a costruire una soluzione per il conflitto israelo-palestinese.

Abbiamo deciso di lavorare insieme da subito ad un rapporto, che contenga delle raccomandazioni per rilanciare la prospettiva dei due Stati. Lo faremo in coordinamento con il Consiglio di Sicurezza dell’Onu, e con i principali attori regionali: la Giordania, l’Egitto, l’Arabia Saudita – lavorando anche sulla base della Arab Peace Initiative. E lo faremo in collegamento diretto con le parti: gli israeliani ed i palestinesi. Per questo ho chiamato ieri Benjamin Netanyahu e Abu Mazen, dai quali ho ricevuto disponibilità ad avviare questo percorso.

Ieri sera però l’ufficio di Netanyahu ha rilasciato una dichiarazione diffusa da Channel 10 nella quale si smentisce nella maniera più categorica che la Mogherini abbia parlato con Netanyahuu di una tale iniziativa. «Netanyahu e la Mogherini non hanno mai parlato di tale relazione» hanno detto i funzionari al canale israeliano.

Proprio il giorno prima (venerdì n.d.r.) il Ministero degli Esteri israeliano aveva fatto sapere che tra Israele e Unione Europea c’erano contatti per un riavvicinamento diplomatico dopo che Gerusalemme aveva escluso l’Europa dai negoziati con i palestinesi a seguito della etichettatura dei prodotti provenienti dalla Cisgiordania. Ora questo nuovo pasticcio della Mogherini rischia di mettere in discussione il riavvicinamento tra Israele e Unione Europea.

Scritto da Sarah F.

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

8 Comments

  1. gianni centola

    Messa li da Renzi per occupare un’altra poltrona e per far dispetto a qualcuno, lady PESC
    si e’ dimostrata inadatta e incapace a presiedere un ruolo troppo importante e delicato per una come lei.Un consiglio? Abbia il buon senso di dare le dimisssioni e torni a giocare
    con le bambole,( magari tra gli amici palestinesi che le stanno tanto a cuore) , non se ne sentira’ di certo la mancanza

    • Maria-Dina

      Povere bambole… se quel genio della Mogherini ci gioca per dieci minuti, è certo che le lascia decapitate e ammaccate. Senza avere idea di come sia successo, povera stella.

    • giuseppe

      giusto, Renzi doveva puntare su un “ministero” economico non su una poltrona che conta poco o nulla, in balia delle Cancellerie di Berlino, Londra e Parigi.
      Inoltre la Mogherini é favorevole a Movimento di resistenza Islamico Hamas, e contro Israele.

  2. La Mogherini è INNANZITUTTO una D’Alemiana ARAFATTISTA, ovviamente crede di poter spingere Israele in una trappola da suicidio, come una qualsiasi iniziativa del cosiddetto “Quartetto”.
    MENTIRE, poi, quando mai è stato un problema per una marxista filo musulmana alla Ali Shariati?

  3. Il fatto di avere delle simpatie per uno o l’altro stato è leggittimo.
    ma qui attraverso la sua lampante simpatia per il popolo Arabo, si rischia di giocare con il futuro di due popoli.
    Uno, quello Israeliano fautore di sviluppo, innovazione, democrazia
    L’altro legato all’autonomia palestine fautore di terrorismo, paura e dittatura.
    I due programmi dovrebbero essere assolutamente valutati, quindi per una oggettivita reale la Mogherini dovrebbe avere un atteggiamento piu lungimirante verso uno stato che lotta in quella area per i diritti di cui ella stessa gode.

  4. gianni centola

    Oggettivita’ e lungimiranza dalla Mogherini ?? A David, ma che te sei fumato ??

  5. Elisabetta

    Cosa Israele possa ricavare da un “riavvicinamento” alla UE mi è difficile immaginarlo. Forse un allentamento di misure come la marchiatura dei prodotti … Ma tanto dovrebbe guardarsi sempre le spalle, avendo a che fare con tecnocrati europei subdoli, vigliacchi e proni all’islam. La UE è sempre meno una terra per ebrei o gentili fieri della loro identità occidentale e consapevoli della loro cultura.
    Quanto alla Mogherini non sono d’accordo: chi meglio di lei può ricoprire questo ruolo a cui diede tanto lustro la “baronessa”Ashton?? Vi sembra un ruolo per una persona perbene, lungimirante ed equilibrata??

  6. gianni centola

    Il marito della Baronessa e’ noto che avesse e ancora ha forti e grossi interessi con il mondo arabo e sua moglie, la bellissima incantevole baronessa era li a proteggerne
    l’andamento.Di certo ha protetto in modo spudorato anche gli interessi dei burocrati,
    dei petrolieri e dei piu’ grossi gruppi imprenditoriali europei, e che lo ha fatto a danno
    di Israele e’ innegabile. la Mogherina invece e’ genuinamente antiisraeliana e lo e’ stata in tempi non sospetti, abbracciando insieme alla causa palestinese, anche il suo bavoso e
    corrotto leader Arafat.Chi meglio di lei dunque a rappresentare l’europa ops!!l L’ eurabia
    descritta da elisabetta?? dalla padella alla brace

Netanyahu smentisce la Mogherini su rilancio iniziativa di pace

Grazie per aver condiviso il nostro articolo