Middle East

Netanyahu smentisce la Mogherini su rilancio iniziativa di pace

Federica Mogherini ne combina un’altra delle sue. Con un lancio sul suo blog ufficiale annuncia il rilancio di una iniziativa del quartetto (Stati Uniti, Russia, Unione Europea e Onu) per raggiungere un accordo tra Israele e i palestinesi per una soluzione a due Stati e annuncia che tale iniziativa arriva dopo consultazioni dirette con Netanyahu e Abu Mazen. Solo che Netanyahu non ne sapeva nulla.

La Mogherini scrive suo suo blog:

Ieri a Monaco ho riunito il Quartetto sul Medio Oriente – John Kerry per gli USA, Sergei Lavrov per la Russia, Jan Eliasson in rappresentanza di Ban Ki-moon per le Nazioni Unite. Perché il moltiplicarsi delle crisi attorno a noi non può farci dimenticare la necessità, ed anche l’urgenza, di aiutare a costruire una soluzione per il conflitto israelo-palestinese.

Abbiamo deciso di lavorare insieme da subito ad un rapporto, che contenga delle raccomandazioni per rilanciare la prospettiva dei due Stati. Lo faremo in coordinamento con il Consiglio di Sicurezza dell’Onu, e con i principali attori regionali: la Giordania, l’Egitto, l’Arabia Saudita – lavorando anche sulla base della Arab Peace Initiative. E lo faremo in collegamento diretto con le parti: gli israeliani ed i palestinesi. Per questo ho chiamato ieri Benjamin Netanyahu e Abu Mazen, dai quali ho ricevuto disponibilità ad avviare questo percorso.

Ieri sera però l’ufficio di Netanyahu ha rilasciato una dichiarazione diffusa da Channel 10 nella quale si smentisce nella maniera più categorica che la Mogherini abbia parlato con Netanyahuu di una tale iniziativa. «Netanyahu e la Mogherini non hanno mai parlato di tale relazione» hanno detto i funzionari al canale israeliano.

Proprio il giorno prima (venerdì n.d.r.) il Ministero degli Esteri israeliano aveva fatto sapere che tra Israele e Unione Europea c’erano contatti per un riavvicinamento diplomatico dopo che Gerusalemme aveva escluso l’Europa dai negoziati con i palestinesi a seguito della etichettatura dei prodotti provenienti dalla Cisgiordania. Ora questo nuovo pasticcio della Mogherini rischia di mettere in discussione il riavvicinamento tra Israele e Unione Europea.

Scritto da Sarah F.

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

8 Comments

  1. gianni centola Feb 14, 2016
    • Maria-Dina Feb 14, 2016
    • giuseppe Feb 15, 2016
  2. HaDaR Feb 15, 2016
  3. david Feb 15, 2016
  4. gianni centola Feb 16, 2016
  5. Elisabetta Feb 17, 2016
  6. gianni centola Feb 17, 2016