Arabia Saudita: timori per imminente attacco dell’Iran

Secondo fonti saudite e statunitensi sarebbe imminente un attacco iraniano all’Arabia Saudita

By redazione

Rights Reporter, Riyad – L’Arabia Saudita ha condiviso con funzionari americani informazioni secondo le quali l’Iran potrebbe prepararsi a un attacco imminente contro il regno. A confermarlo sono fonti dell’Amministrazione americana.

Le accresciute preoccupazioni per un potenziale attacco all’Arabia Saudita giungono mentre l’amministrazione Biden ha criticato Teheran per la repressione delle diffuse proteste in Iran e ha condannato l’invio di centinaia di droni – oltre che di supporto tecnico – alla Russia da utilizzare nella sua guerra in Ucraina.

«Siamo preoccupati per il quadro di minaccia e rimaniamo in costante contatto con i sauditi attraverso i canali militari e di intelligence», ha dichiarato il Consiglio di sicurezza nazionale in un comunicato. «Non esiteremo ad agire in difesa dei nostri interessi e dei nostri partner nella regione».

Uno dei funzionari che ha confermato la condivisione dell’intelligence l’ha descritta come una minaccia credibile di un attacco imminente, «presto o entro 48 ore». Nessuna ambasciata o consolato statunitense nella regione ha tuttavia emesso avvisi o indicazioni per gli americani in Arabia Saudita o in altre parti del Medio Oriente sulla base delle informazioni.

Alla domanda sulle informazioni condivise dai sauditi e sulle loro preoccupazioni, il generale di brigata Pat Ryder, addetto stampa del Pentagono, ha risposto che i funzionari militari statunitensi «sono preoccupati per la situazione di minaccia nella regione».

«Siamo in contatto regolare con i nostri partner sauditi e valutiamo con la massima attenzione le informazioni che possono fornire su questo fronte», ha detto il generale di brigata Ryder.

«Ma quello che abbiamo detto anche a Teheran, e lo ripeto, è che ci riserviamo il diritto di proteggerci e difenderci indipendentemente dal luogo in cui le nostre forze sono in servizio, sia in Iraq che altrove».

Il Wall Street Journal ha riportato per primo la notizia della condivisione delle informazioni da parte dei sauditi martedì scorso.

Nel 2019 gli Stati Uniti e i sauditi hanno accusato l’Iran di essere dietro un grave attacco nella parte orientale dell’Arabia Saudita, che ha dimezzato la produzione di petrolio e ha fatto impennare i prezzi dell’energia. Gli iraniani hanno negato di essere dietro l’attacco.

Negli ultimi anni, inoltre, i sauditi sono stati ripetutamente colpiti da droni, missili e mortai lanciati dai ribelli Houthi sostenuti dall’Iran in Yemen, come ritorsione per il coinvolgimento saudita nella guerra civile iniziata nel 2014.

L’Arabia Saudita ha formato una coalizione per combattere gli Houthi nel 2015 ed è stata criticata a livello internazionale per i suoi attacchi aerei, che hanno ucciso decine di civili.