Middle East

Bambini di Gaza addestrati a uccidere ebrei con i soldi iraniani (video)

Nel guardare questo video c’è davvero da chiedersi dove sia finito l’UNICEF, l’Onu e dove siano finite tutte quelle ONG che si vantano di difendere i Diritti dei Bambini e di combattere contro l’uso dei bambini soldato.

Il video, una vera bomba che svela la profonda ipocrisia del “mondo solidale”, si intitola “Iran: Billions for Terror?” ed è stato prodotto dal Center for Near East Policy Research usando materiale di giornalisti arabi a Gaza. Con questo video il Center for Near East Policy Research vuole denunciare come l’Iran stia finanziando con miliardi di dollari l’addestramento dei bambini di Gaza, anche piccolissimi, volto a imparare loro ad uccidere ebrei. E la cosa davvero scandalosa è che questi campi di addestramento al terrorismo sono nelle scuole della UNRWA, cioè nelle scuole dell’Onu.

«Quei campi sono sistematicamente dedicati a imparare ai bambini di Gaza ad usare le armi per uccidere gli ebrei» ha detto il giornalista David Bedein, capo del Center for Near East Policy Research, «ed è l’Iran a finanziare con miliardi di dollari questo addestramento».

Non entriamo nel merito della analisi fatta da David Bedein, forse persino riduttiva rispetto a chi finanzia l’addestramento terrorista dei bambini di Gaza, quello che ci preme evidenziare è come in occidente si possa pensare che Israele debba trattare di pace con chi alleva i propri figli nell’odio e nella violenza. Intere nuove generazioni di assassini allevati direttamente dalla culla a odiare gli ebrei e comunque tutti quelli che non la pensano come loro, bambini e bambine di pochi anni pronti a morire nel nome di Allah. E i giornalisti occidentali si scandalizzano nel vedere le stesse scene provenienti dai territori dell’ISIS. Almeno loro non addestrano le nuove generazioni di terroristi nelle scuole dell’Onu.

Scritto da Sarah F.

Tags

Related Articles

One Comment

  1. Mettere in guardia il proprio nemico e’ da fessi…Fargli capire poi che non deve avere pieta’ per nessuno…E’ anche peggio.-

Close