Presentata denuncia contro Hamas per crimini contro l’umanità

17 Novembre 2023
denuncia crimini di guerra contro hamas
I rappresentanti delle famiglie israeliane di coloro che sono stati uccisi e presi in ostaggio da Hamas il 7 ottobre presentano un reclamo in cui affermano che Hamas ha commesso crimini contro l'umanità, presso la Corte Penale Internazionale dell'Aia il 17 novembre 2023

Eyal Waldman, la cui figlia e il suo fidanzato sono stati uccisi da Hamas il 7 ottobre, e altri rappresentanti delle famiglie dei morti e delle persone prese in ostaggio, hanno appena presentato una denuncia alla Corte penale internazionale dell’Aia.

La denuncia sostiene che il 7 ottobre sono stati compiuti crimini contro l’umanità da parte di Hamas e di altri gazani, spiega Waldman a Channel 12.

La denuncia include prove di ciò che è accaduto quel giorno, dice Waldman.

Waldman sottolinea che i rappresentanti delle famiglie hanno anche chiesto alla corte di emettere mandati di arresto per i leader di Hamas, in modo da impedire loro di viaggiare, come la corte ha fatto a marzo nel caso del presidente russo Vladimir Putin, per crimini di guerra in Ucraina.

Waldman afferma che le famiglie sono state accolte “con grande professionalità” e cortesia dal procuratore capo del tribunale e dal suo team, che ha ascoltato attentamente la loro presentazione.

“Ha capito che sono stati commessi crimini contro l’umanità. Ha detto che era in corso un’indagine contro i capi di Hamas”, afferma Waldman, riferendosi apparentemente al procuratore della CPI Karim Khan.

Waldman afferma che la CPI ha chiesto a Israele di invitare la sua squadra a visitare il tribunale per far avanzare le indagini, ma osserva che non è chiaro se Israele accetterebbe di farlo perché “Israele non ha fiducia in questo tribunale internazionale”.

“Ma ciò che era importante era [presentare] la documentazione dei crimini commessi, dei crimini contro l’umanità e lo sforzo per ottenere mandati di arresto per i capi di Hamas”, dice Waldman.

[jetpack_subscription_form]

Sarah G. Frankl

Vive nel sud di Israele. Responsabile della redazione e delle pubblicazioni Breaking News. Cura i social di Rights Reporter. Esperta del settore informatico. Hacker Etica

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
netanyahu irrilevante con iran
Previous Story

Israele concede l’ingresso a Gaza di due camion di carburante al giorno. Feroci polemiche

guerra russia ucraina guerra di comunicazione
Next Story

La Russia sta vincendo la guerra della comunicazione. Lettera a Zelensky

Latest from Medio Oriente

Go toTop