Yahya Sinwar capo di Hamas in fuga

Martedì le Forze di Difesa Israeliane hanno diffuso un filmato in cui si vede il leader di Hamas Yahya Sinwar camminare in un tunnel di Gaza con alcuni membri della sua famiglia.

Se confermato, sarebbe la prima volta che Sinwar viene avvistato da quando si è nascosto prima dell’attacco terroristico di Hamas del 7 ottobre. Il portavoce dell’IDF Daniel Hagari ha rilasciato il filmato, mentre anonimi funzionari della sicurezza hanno fatto trapelare nuovamente ai media ebraici la notizia che l’IDF si stava avvicinando al capo del terrorismo. Il rilascio del filmato è avvenuto mentre alti funzionari israeliani, statunitensi, qatarioti ed egiziani erano riuniti al Cairo per negoziare una tregua prolungata e un accordo sugli ostaggi.

Il filmato, della durata di un minuto, girato il 10 ottobre, mostra Sinwar in un tunnel sotto la città meridionale di Gaza, Khan Younis, mentre cammina dietro a quella che sembra essere sua moglie insieme a tre dei suoi figli, guidati dal fratello di Sinwar, Ibrahim.

Sinwar appare in salute, tutto d’un pezzo, con una borsa e le infradito Adidas. Una delle sue figlie tiene in mano una bambola.

Il video è stato tratto dai filmati di sorveglianza di Hamas dei tunnel, recentemente recuperati dalle truppe dell’IDF che operano nella zona.

Mentre la schiena di Sinwar è rivolta verso la telecamera, l’IDF è stata in grado di identificarlo grazie alle grandi dimensioni delle orecchie della figura e all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, ha riferito Channel 12.

Un funzionario israeliano ha dichiarato a Canale 12 che le autorità sono in possesso di ulteriori filmati di Siwnar, compresi quelli girati più di recente.

“Ogni residente di Gaza [può ora] vedere come i leader di Hamas vivono in clandestinità e come non pensano ad altro che a se stessi, alle loro famiglie e ai loro soldi”, ha dichiarato il portavoce dell’IDF Daniel Hagari alla rete Al Arabiya prima della messa in onda del filmato.

“Un video o un altro non è ciò che conta davvero. Ciò che conta è l’intelligence che ci permetterà di raggiungere alti funzionari di Hamas e gli ostaggi”. La caccia a Sinwar non si fermerà finché non lo prenderemo, vivo o morto”, ha dichiarato Hagari in una conferenza stampa dopo la diffusione del filmato.

Ha detto anche che all’inizio del mese le truppe hanno arrestato parenti stretti di alti comandanti militari di Hamas, tra cui Sinwar.

Tra i detenuti ci sono il padre di Rafa’a Salameh, il comandante della Brigata Rafah di Hamas, e il figlio di Husni Hamdan, un altro alto comandante di Hamas”.

Ha detto che le truppe israeliane hanno fatto irruzione nella rete di tunnel vista nel filmato del 10 ottobre, che si trova sotto un cimitero nell’area di Bani Suheila, a Khan Younis.

I tunnel contenevano “camere da letto di alti funzionari di Hamas e l’ufficio del comandante del Battaglione Orientale della Brigata Khan Younis, da dove ha diretto l’attacco del 7 ottobre”, ha detto il portavoce dell’IDF, aggiungendo che la rete si collega ai tunnel in cui sono stati trattenuti gli ostaggi, di cui l’IDF ha pubblicato i dettagli nelle ultime settimane.

Le forze speciali hanno fatto irruzione in un’altra parte del tunnel, a decine di metri di profondità, dove i filmati delle telecamere di sorveglianza mostravano “il leader di Hamas nella Striscia di Gaza, il capo assassino Yahya Sinwar, in fuga con i suoi figli e una delle sue mogli attraverso la rete di tunnel”, ha detto Hagari.

“Nel filmato, che è stato girato il 10 ottobre, all’inizio della guerra, è fuggito con la sua famiglia nel sottosuolo, in uno dei complessi di alloggi sicuri che aveva costruito in anticipo”, ha aggiunto. “Siamo determinati a catturarlo e lo cattureremo”.

“In seguito alle ricerche, siamo arrivati al complesso dove risiedeva con altri alti funzionari, nascondendosi sottoterra, mentre la guerra si svolgeva sopra di lui”, ha detto Hagari. “Gli alti funzionari di Hamas risiedevano nel complesso in condizioni confortevoli. Avevano cibo e bagni, oltre a casseforti con fondi personali di milioni di shekel e dollari in contanti”.

L’IDF ha poi mandato in onda un filmato che mostra le truppe che fanno un tour di uno dei tunnel in cui Sinwar, la sua famiglia e altri alti funzionari di Hamas si sono nascosti durante la guerra.

Il video mostra che il tunnel ha due bagni, una cucina rifornita, un’area per dormire e una stanza separata che, secondo l’IDF, apparteneva a Sinwar stesso, nella quale i soldati hanno trovato una cassaforte con milioni in contanti.

La scorsa settimana, Channel 12 ha riferito che l’establishment della sicurezza ritiene che Sinwar sia “fuori contatto” da almeno 11 giorni, non avendo preso contatto con i mediatori del Qatar e dell’Egitto durante questo periodo, mentre continuano i colloqui su una possibile tregua.

Il motivo di questa disconnessione non è stato chiarito e potrebbe essere dovuto alla sua fuga, a uno stratagemma tattico o semplicemente all’impossibilità di mettersi in contatto a causa dei continui problemi di comunicazione a Gaza.

Diverse decisioni sono state prese da Hamas negli ultimi giorni senza di lui, anche se non necessariamente relative all’accordo sugli ostaggi, ha detto Channel 12.

Kan ha riferito che la valutazione dell’establishment di sicurezza israeliano è che Sinwar non è stato coinvolto nell’emissione della risposta di Hamas all’accordo quadro sugli ostaggi del Qatar all’inizio di questa settimana, che il Primo Ministro Benjamin Netanyahu ha liquidato come “delirante”.

La risposta di Hamas includeva una clausola che affermava che l’accordo sarebbe stato “soggetto all’approvazione della leadership di Hamas a Gaza”.

Venerdì Channel 12 ha riferito che Israele ha chiesto ai mediatori del Qatar che Hamas abbia un nuovo rappresentante per il processo decisionale finale nei colloqui con gli ostaggi.

L’incapacità di raggiungere Sinwar ha portato a un rallentamento dei colloqui, ha detto il network.

Tuttavia, nessuna delle notizie sullo stato di Sinwar è stata confermata da entrambe le parti.

A dicembre, l’IDF ha diffuso un filmato ottenuto dalla Striscia di Gaza che mostrava l’alto comandante di Hamas Muhammed Sinwar, fratello di Yahya, in un’auto che percorreva un importante tunnel rivelato dall’esercito.

Secondo l’IDF, la costruzione della grande rete di tunnel scoperti vicino al valico di frontiera di Erez è stata guidata da Muhammed Sinwar. Si tratta del più grande tunnel d’attacco di Hamas mai scoperto dall’esercito.