Secondo quanto si apprende da fonti di intellingence egiziane, un diplomatico iraniano che si trovava al Cairo sarebbe stato arrestato con l’accusa di spionaggio dalla polizia egiziana che ha lavorato a stretto contatto con i sevizi segreti.

Il diplomatico iraniano sarebbe Kassem al-Hosseini, “beccato” mentre si accingeva a comprare informazioni confidenziali sui sistemi di difesa egiziani e altre informazioni sensibili da un non meglio identificato “personaggio egiziano”.

Un alto esponente della Giunta militare egiziana che ha chiesto l’anonimato, ha confermato alla Reuters che un diplomatico iraniano è stato arrestato dalle forze di sicurezza egiziane con l’accusa di spionaggio. L’episodio rischia ora di compromettere seriamente il tentativo di riallacciare le relazioni diplomatiche tra Egitto e Iran, e dimostra che degli iraniani non ci si può mai fidare, tantomeno quando fanno gli “amici”.

Secondo Protocollo Israel