Middle East

Hamas testa tre nuovi missili. La prossima guerra è quasi pronta

Questa mattina Hamas ha testato tre nuovi missili. Fonti di intelligence israeliana riferiscono che il lancio è avvenuto verso il mare e che i tre vettori sono stati lanciati dall’area di Tel Katifa raggiungendo una distanza di circa 90 Km.

Non è chiaro quanto peso portassero i missili ma 90 Km sono una distanza considerevole se si pensa che un missile del genere potrebbe tranquillamente colpire Tel Aviv e anche oltre. Quello che invece appare chiarissimo è che Hamas sta già preparando il prossimo conflitto anche considerando che sempre secondo fonti di intelligence la costruzione dei tunnel del terrore è ripresa a pieno ritmo.

Il fatto davvero eclatante e che i cosiddetti “paesi donatori” sembrano non vedere è che Hamas non fa alcun mistero di preparare il prossimo conflitto, lo fa quasi alla luce del sole. Eppure solo poco tempo fa il mondo ha fatto dono a questi terroristi di ben 5,4 miliardi di dollari. Ecco dove Hamas spende i soldi della comunità internazionale.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sarah F.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

Tags

Related Articles

3 Comments

  1. Sarà sempre cosí, almeno finché in Israele ci saranno governanti cretini che accettano una hudnah islamica dopo l’altra, anziché schiacciare e sconfiggere il nemico definitivamente con l’uso di una forza assolutamente preponderante. L’esempio dev’essere Patton, non Chamberlain!

  2. Fra non molto i terroristi arabi saranno in grado di far esplodere una bonba atomica sporca. Sono convinto che quando ciò accadra’ alcuni guerrafondai troveranno più conveniente fare proposte di pace e finalmente la finiremmo con questo conflitto in corso da 60 anni solo perchè a qualche occidentale piace troppo rompere le scatole agli arabi.

  3. è decisamente stravagante la teoria secondo cui i “guerrafondai” siano in occidente. Ci sembra che fino ad oggi gli unici a fare centinaia di migliaia di morti siano stati gli arabi e nessun’altro

Close