Middle East

Hamas vuole la guerra: missili senza sosta su Israele

Mentre da più parti si continua a parlare di una mediazione egiziana per un cessate il fuoco, i missili continuano a cadere incessantemente su Israele. Gli ultimi tre pochi minuti fa sono stati lanciati verso Ofakim. Uno, diretto sul centro abitato, è stato intercettato dal sistema Iron Dome, gli altri due sono caduti in campo aperto.

Contemporaneamente al lancio di missili dalla Striscia di Gaza sono partiti alcuni colpi di mortaio che hanno ferito un militare israeliano.

La prospettiva di una tregua mediata dall’Egitto aveva fermato i raid israeliani su obbiettivi terroristici nella Striscia di Gaza. L’ultimo era avvenuto venerdì sera poi nemmeno questa mattina l’esercito israeliano aveva replicato al lancio di missili. Ma è chiaro che Hamas non è affatto disponibile a cercare un cessate il fuoco.

[glyphicon type=”user”] Redazione

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

Tags

Related Articles

8 Comments

  1. Forse Hamas vuole cessare i lanci, solo dopo aver detto l’ultima parola tirando gli ultimi colpi, per potere dire ai suoi che ha vinto e che la moderazione di israele corrisponde alla debolezza del perdente.
    Ma si tratterebbe comunque di una propaganda a uso interno.
    Tra poco sapremo se invece vuole davvero lo scontro.
    Se é così, allora vuol dire che vuole “vincere” attraverso il criterio propagandistico che chi ha più vittime avrebbe ragione.
    I suoi sostenitori “umanitari” internazionali non aspettano altro con impazienza.

    1. il problema è proprio quello. Per Hamas ogni morto è un guadagno ben sapendo che la cosiddetta comunità internazionale sarà pronta a blaterale al primo bombardamento

  2. L’idea di “cessate il fuoco” con terroristi islamo-nazisti, il cui scopo dichiarato persino nella loro carta costituente, oltre che nelle azioni e dichiarazioni quotidiane, è l’annientamento d’Israele e degli Ebrei, (prima di procedere all’annientamento o sottomissione del resto degli infedeli) è un’idiozia concettuale e militare che serve solo a dar loro il tempo di riprendersi e rinforzarsi.
    Vanno al contrario messi in condizione di non nuocere, con tutti i mezzi a disposizione, esattamente come facemmo coi fanatici del “Sieg Heil”, del “Banzai” e dello “Eia, Eia! Alalà!”.

  3. Non c’è alcun dubbio, gli israeliani sono cattivi.
    Se fossero bravi si lascerebbero sterminare, senza opporre resistenza, e finalmente finirebbe il conflitto.
    Naturalmente in questi giorni ai media, troppo impegnati a scrivere e a parlare di violente rappresaglie israeliane, la pioggia di ordigni esplosivi che cade su israele è sfuggita.

    1. Sono piacevolmente sorpresa dal fatto che in Italia, dato il livello quasi senza paragone del livore anti israeliano dei mass media, ci sia ancora qualcuno in grado di capire le cose come lei, Giuseppe, dimostra di saper fare.
      Immagino che sia perché non si basa solo sui media italiani…

  4. OOHPS! È venuto fuori tutto in bold…mentre doveva essere solo piacevolmente sorpresa

    Forse i responsabili del sito possono aggiungere la funzione che permette all’autore di correggere il proprio scritto entro un certo lasso di tempo?….

    1. c’è un plugin che fa una cosa del genere Aurora, ma appensatirebbe un sacco il sistema. Ci pensiamo noi

      edit
      mancava lo / finale

  5. …..chiederanno il cessate il fuoco agli Egiziani, alla Lega Araba, all’ONU agli Americani ( e Obama si batterà perché questo avvenga in modo da proteggere i suo amici di Hamas della fratellanza Araba Islamica ) insomma lo chiederanno anche alla Mogherini nota donna di sinistra ( a chi abbiamo dato il ministero degli Esteri ) senza poi parlare a chi abbiamo dato il Ministero della Difesa ( Pinotti ) ci manca solo che diamo a Gianni ! il posto da responsabile di tutte le forze Armate che poi giriamo in Italia un nel film comico !
    Dunque, nel momento che ( forse ) Netanyahu, Ya’alon e Gantz decidano di inviare le truppe di terra a gaza ( cosa che non faranno ) se non prima di massicci bombardamenti aerei sula stessa Gaza…..
    Ma qua notiamo un certo stallo,con questi tre personaggi…..sono fermi immobili mentre da gaza arriva di tutto, Hamas dice che vuole fare una tregua, i soliti tre di prima, si accettiamo la tregua…..pazzesco…ma che messaggio si manda ai governanti terroristi di hamas, fate pure inviateci tutto quello che avete tanto i nostri cittadini delle città e comunità sono abituati fate pure, tanto noi stiamo a Tel Aviv o a Gerusalemme quale il problema….
    Haaa … Santo Benedetto Sharon quanto ci manchi…ricordatevi l’ordine che diede a suo tempo ai carristi…andate e spazzate via il covo dei terroristi palestinesi a jenin ….dopo i palestinesi si sedettero al tavolo delle trattative…. E questi che fanno temporeggiano, cazzeggiano…..ma cosa sta succedendo alla famosa deterrenza Israeliana… Di cosa abbiamo paura hanno paura…ha si dimenticavo forse di Obama !

Close