HRW: Autorità Palestinese e Hamas commettono abusi e torture

Secondo un rapporto pubblicato oggi da Human Rights Watch (HRW) i regimi della Autorità Palestinese e di Hamas commettono sistematici abusi sugli oppositori e dissidenti tra i quali arresti arbitrari e torture.

“L’Autorità palestinese guidata da Fatah in Cisgiordania e le autorità di Hamas a Gaza abitualmente arrestano e torturano critici e oppositori pacifici”

HRW accusa i regimi della Autorità Palestinese e di Hamas di aver «stabilito meccanismi di repressione per reprimere il dissenso, anche attraverso l’uso della tortura» e di metterli in pratica in maniera sistematica specie dopo che la faida tra i due regimi si è accentuata.

Advertisement

Scrive HRW nell’introduzione del suo rapporto: «Sia l’Autorità palestinese (Fatah) in Cisgiordania che il Movimento di resistenza islamica (Hamas) a Gaza hanno effettuato negli ultimi anni decine di arresti arbitrari per critiche pacifiche alle autorità, in particolare sui social media, tra giornalisti indipendenti, nei campus universitari e alle manifestazioni. Mentre la faida tra Fatah e Hamas si è approfondita nonostante i tentativi di riconciliazione, i servizi di sicurezza della PA hanno preso di mira i sostenitori di Hamas e viceversa».

Human Rights Watch ha intervistato 147 testimoni, inclusi ex detenuti e parenti, avvocati e rappresentanti di gruppi non governativi e ha esaminato prove fotografiche, rapporti medici e documenti giudiziari e tutti sono concordi con le conclusioni del rapporto: la dissidenza tra i palestinesi non è minimamente ammessa.

«Arresti arbitrari sistematici e torture violano i principali trattati sui diritti umani ai quali la Palestina ha recentemente aderito» scrive HRW nel suo rapporto. «Pochi funzionari di sicurezza sono stati perseguiti penalmente e nessuno è stato condannato per arresto o tortura illegale» aggiunge HRW.

Poi HRW chiede all’Europa e agli USA di interrompere i finanziamenti ai due regimi. «L’Unione europea, gli Stati Uniti e altri governi che sostengono finanziariamente l’Autorità palestinese e Hamas dovrebbero sospendere gli aiuti alle unità o agenzie specifiche implicate in arresti arbitrari e torture diffusi fino a che le autorità non frenino tali pratiche e arrestino i responsabili degli abusi» si legge nel rapporto.

Non manca, come da tradizione, anche un attacco a Israele. «Il fatto che Israele violi sistematicamente i più elementari diritti palestinesi non è un motivo per rimanere in silenzio di fronte alla sistematica repressione del dissenso e alla tortura che le forze di sicurezza palestinesi stanno perpetrando», ha detto Shawan Jabarin, direttore esecutivo dell’organizzazione palestinese per i diritti umani Al-Haq e membro del Comitato consultivo di Human Rights Watch in Medio Oriente e Nord Africa.

Human Rights Watch si lamenta anche del fatto che Israele non ha permesso ai suoi funzionari di entrare a Gaza per intervistare i dirigenti di Hamas mentre hanno potuto interloquire con i dirigenti della Autorità Palestinese. Avrebbero potuto entrare dall’Egitto, ma questo non lo raccontano.

Autorità Palestinese e Hamas hanno comunque rigettato le accuse di Human Rights Watch sostenendo che l’organizzazione per la difesa dei Diritti Umani non è stata né imparziale né sincera nel suo rapporto.

Keep Up to Date with the Most Important News

By pressing the Subscribe button, you confirm that you have read and are agreeing to our Privacy Policy and Terms of Use
Advertisement