L’Iran annuncia di aver costruito un missile balistico ipersonico

L’Iran avrebbe costruito un missile balistico ipersonico. Lo ha dichiarato l’agenzia di stampa semi-ufficiale Tasnim, citando il comandante aerospaziale delle Guardie Rivoluzionarie, in un’affermazione che potrebbe aumentare le preoccupazioni sulle capacità missilistiche iraniane.

“Questo missile ha un’alta velocità e può manovrare dentro e fuori l’atmosfera. Potrà colpire i sistemi antimissile avanzati del nemico e rappresenta un grande salto generazionale nel campo dei missili”, ha dichiarato il comandante Amir Ali Hajizadeh.

I missili ipersonici possono volare almeno cinque volte più velocemente della velocità del suono e su una traiettoria complessa, che li rende difficili da intercettare.

Tuttavia, non è stato riferito che l’Iran abbia testato un missile di questo tipo e, sebbene la Repubblica islamica abbia sviluppato una grande industria bellica interna a fronte delle sanzioni e degli embarghi internazionali, gli analisti militari occidentali affermano che l’Iran a volte esagera le proprie capacità belliche.

Le preoccupazioni per i missili balistici iraniani hanno tuttavia contribuito alla decisione degli Stati Uniti nel 2018, sotto l’allora presidente Donald Trump, di uscire dal patto nucleare che Teheran ha firmato con le potenze mondiali nel 2015.

La scorsa settimana, l’Iran ha dichiarato di aver testato il Ghaem 100, il suo primo veicolo di lancio spaziale a tre stadi, che sarebbe in grado di collocare satelliti del peso di 80 kg in un’orbita a 500 km dalla superficie terrestre, secondo i media statali.

Gli Stati Uniti hanno definito tali azioni “destabilizzanti”, poiché ritengono che i veicoli di lancio spaziali potrebbero essere utilizzati per trasportare una testata nucleare.

L’Iran nega di voler sviluppare un’arma nucleare.