Sabato Israele avrebbe avvertito il Libano che potrebbe bombardare l’aeroporto internazionale di Beirut, dopo le notizie secondo cui l’Iran avrebbe recentemente trasferito armi a Hezbollah attraverso voli civili.

Asharq Al-Awsat, un giornale in lingua araba pubblicato a Londra, ha citato fonti politiche israeliane anonime, affermando che Israele stava indagando sulle accuse che l’Iran avesse contrabbandato armi attraverso l’aeroporto internazionale di Beirut.

Giovedì scorso, Al-Arabiya ha riferito che Teheran ha utilizzato la compagnia aerea Meraj, che ha recentemente iniziato a volare direttamente tra le capitali delle due nazioni, per trasferire armi a Hezbollah.

In passato Israele ha accusato l’Iran di utilizzare voli diretti in Libano per trasferire attrezzature e armi al gruppo terrorista libanese. Gerusalemme ha anche accusato l’organizzazione sostenuta dall’Iran di nascondere impianti sotterranei per la produzione di missili di precisione vicino all’aeroporto internazionale di Beirut.

L’esercito israeliano prende regolarmente di mira le spedizioni di armi dall’Iran alla Siria per Hezbollah. A giugno, sospetti attacchi aerei israeliani contro trasferimenti di armi hanno messo fuori uso l’aeroporto di Damasco per quasi due settimane.

Giovedì scorso, gli Stati Uniti hanno sanzionato entità libanesi per aver presumibilmente fornito servizi finanziari e facilitato l’approvvigionamento di armi per Hezbollah.