L’Iran chiede gli S-400 alla Russia. Putin però rifiuta

Secondo Bloomberg, che cita una fonte russa di alto livello, Teheran avrebbe chiesto a Mosca una fornitura di missili S-400. Putin avrebbe però rifiutato

L’Iran avrebbe chiesto alla Russia una fornitura del nuovo sistema missilistico S-400. Lo fanno sapere fonti di alto livello russe a Bloomberg.

Mosca avrebbe però rifiutato l’ordinativo per non esacerbare ulteriormente le già alte tensioni nel Golfo Persico.

Secondo la fonte di Bloomberg a rifiutare la richiesta iraniana sarebbe stato lo stesso Presidente russo, Vladimir Putin, il quale stando alla stessa fonte intenderebbe ridurre gradualmente la collaborazione militare con Teheran.

Ad una richiesta di commento il Ministero degli Esteri russo non ha né confermato né smentito la richiesta iraniana.

La Russia ha già fornito all’Iran il sistema antimissile S-300 nonostante la forte opposizione di Stati Uniti e Israele. Consegnare a Teheran anche il sistema S-400 potrebbe aumentare sensibilmente la tensione già altissima tra gli Stati Uniti e la Repubblica Islamica.

«Qualsiasi rafforzamento reale o immaginario dell’Iran può portare ad una escalation» ha detto Ruslan Pukhov, capo del Centro di analisi delle strategie e delle tecnologie di Mosca.

«Se è vero che la Russia ha rifiutato la richiesta iraniana significa che Mosca intende continuare a lavorare sulle relazioni con l’Arabia Saudita, Israele e mantenere la possibilità di negoziare con Trump» ha aggiunto l’importante analista russo.

Il sistema S-400 è una evoluzione del sistema S-300 in grado di inquadrare e colpire più obiettivi fino a una distanza di 400 Km. Israele ha già ha già dimostrato più volte di essere in grado di aggirare gli S-300 e probabilmente anche i più recenti S-400.