Siria: il ritorno di Al Qaeda. Furiosa battaglia per la città di Hama

22 Marzo 2017

Siria centro-occidentale: i ribelli jihadisti siriani riuniti in una alleanza contro il regime di Damasco denominata Tahrir al-Sham (Hay’at Tahrir al-Sham, Al Qaeda in Siria) hanno annunciato l’inizio di una nuova offensiva contro la città di Hama, nella Siria centrale. Lo hanno fatto sapere attraverso il loro canale Telegram.

«Grazie a Dio la battaglia per la conquista di Hama è iniziata» hanno scritto i ribelli jihadisti sul social network. La notizia viene confermata anche da fonti locali le quali segnalano che a difesa della città di Hama è stata schierata ua unità da combattimento di Hezbollah, alleato del regime siriano.

Per ora l’offensiva dei ribelli jihadisti è concentrata intorno alla città di Soran e al villaggio di Maardas, poco a sud di Hama, dove si combatte ferocemente. I ribelli si sono aperti la strada con due attacchi suicidi ai quali è seguito il vero e proprio attacco. Fonti locali riferiscono che i ribelli hanno preso il controllo dei due luoghi e che ora puntano direttamente alla città. Sempre fonti locali riprese dai media arabi riferiscono che una seconda offensiva sarebbe in corso anche dal nord di Hama ma a riguardo non ci sono dettagli.

L’alleanza ribelle denominata Tahrir al-Sham è una accozzaglia di gruppi jihadisti siriani vicini ad Al Qaeda che di recente si è molto potenziata grazie a “sconosciuti” aiuti militari che si sospetta possano essere giunti dalla Turchia il cui ruolo nel conflitto in Siria è sempre più ambiguo e pericoloso.

Se apprezzi il nostro lavoro valuta la possibilità di fare una piccola donazione a Rights Reporter

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
Previous Story

Relazione Shin Bet: Hamas punta alla Cisgiordania. Sventati decine di attacchi

Next Story

Israele, in caso di guerra pronto eccezionale piano di evacuazione di massa

Latest from Medio Oriente

Go toTop