Gerusalemme: ragazzo palestinese ucciso perché gay. Nessuna vendetta

25

[asg-content-box boxcolor=”blue” boxtitle=”” boldtitle=”false” boxexpand=”false” showcontent=”false”]Per correttezza – Prima di leggere l’articolo siete pregati di andare a vedere su questi link (qui e qui) perché è chiaro che in questo caso ci siamo sbagliati[/asg-content-box]

Mohammed Abu Khdeir, il ragazzo palestinese trovato morto questa mattina a Gerusalemme e del quale ne abbiamo reso conto immediatamente, sarebbe stato ucciso per una faida interna tra famiglie malavitose palestinesi e perché sarebbe stato omosessuale.

Non ci sarebbe quindi nessuna vendetta per la morte dei tre ragazzi israeliani rapiti e poi massacrati da Hamas.

Già da subito la polizia aveva sollevato seri dubbi sul movente della vendetta orientando da subito le ricerche nella direzione della malavita di Gerusalemme. Mohammed Abu Khdeir faceva parte di una famiglia malavitosa molto conosciuta nella capitale di Israele e di recente sarebbe stato accusato di essere omosessuale. Già altre tre volte avevano cercato di sequestralo. La polizia sta attivamente ricercando una macchina di proprietà palestinese ripresa da alcune telecamere di sicurezza durante il rapimento del ragazzo.

Questa mattina a Gerusalemme sono scoppiati diversi disordini tra arabi e polizia israeliana, scontri fomentati dai soliti noti che immediatamente si erano affrettati a parlare di “vendetta”, tafferugli improvvisamente scemati quando è stato chiaro che la vendetta non c’entrava nulla.

Scritto da Sarah F.

Sostieni Rights Reporter

© 2014 – 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

25 COMMENTS

      • a proposito di fonti e di nena news, qualcuno lo dica a quella str–a della Schiano che la deve smettere di scrivere caz–te
        anzi, qualcuno le faccia leggere l’articolo di questa mattina del cooperante perché mi sa tanto ce parla di lei e della sua compagna di merende
        ma qualcuno può chiedere alla Sciano quali siano le sue fonti? Palliwood?

          • guarda che non c’è problema. Noi se sbagliamo a dare una notizia (e può succedere) lo ammettiamo e facciamo la retifica. mica siamo come qualcuno che sebbene sputtatana più e più volte continua a pubblicare falsità

      • “Prima di tutto noi” – vuol dire che siete le vostre stesse fonti? L’unico link che date manda ad un articolo che non dice affatto che il ragazzo fosse omosessuale ne’ che si sappia che si sia trattato di una vendetta palestinese; riporta solo l’opinione di un agente della polizia in pensione.

        • Esatto, significa che le notizie ce le cerchiamo da soli come si dovrebbe fare..e non copiaincollare articoli di altri o dare per certo una fonte o l’altra. Bastava che scorressi i commenti per trovare quello che cerchi. Se vuoi qualcosa di più fantasioso c’è sempre la bella rosetta o la panettiera. Siamo convinti che loro sapranno accontentare. Di fantasia ne hanno parecchia

          • Le cercate da soli? E dove? Quando si ha una notizia di prima mano si scrive “autorita’ da noi contattate riferiscono che..” con nomi e cognomi delle persone con cui avete parlato, a meno che non siano fonti riservate, nel qual caso comunque va specificato. Altrimenti, se l’avete saputo da altri media/ agenzie di stampa, si riportano i nomi e possibilmente dei collegamenti a quei media/ agenzie di stampa. L’unico articolo che avete linkato dietro richiesta di una fonte non dice che il ragazzo fosse gay. Ma forse speravate di cavarvela perche’ e’ in ebraico. Il pezzo che copiate e incollate piu’ sotto (ma non potevate linkarlo da subito nell’articolo?) e’ piu’ che altro una voce che per il momento non e’ stata ripresa da nessun giornale serio.

          • Grazie per la bella lezione dj giornalismo.
            A proposito l’articolo in ebraico non l’abbiamo linkato noi ma un utente e ha messo anche la traduzione.
            Poi non siamo un giornale e infine “giornali seri”? In Italia? Come no…

  1. il problema è che ormai l’hanno spacciato come un atto di vendetta da parte Israeliana e di sicuro non ci sarà nessuna smentita

    • questo è poco ma sicuro Giuseppe. Loro danno tutto per scontato, tutto per certo, non hanno nemmeno la buona fede di scrivere al condizionale come facciamo noi quando sono in pieno svolgimento gli accertamenti e sebbene si sia sicurissimi di quello che si scrive

  2. dalla stampa israeliana arriva la conferma

    ירושלים: בהמשך לדיווח במהלך שעות הבוקר המוקדמות (רביעי), על נער ערבי, שהוכנס בכוח לרכב. מן החקירה עולה, כי מדובר בנער מוחמד חוסיין אבו-חדיר (17), משועפט, המשתייך לקהילה הגאה.

    גופתו של הנער נמצאה ב-“יער ירושלים”, כשעה לאחר הדיווח על חטיפתו. במשטרת ישראל, טוענים כי הנער נרצח בעקבות היותו משתייך למשפחה המוכרת בתחום הפלילים, אך יש כיוון נוסף שאומר כי הנער נרצח על רקע “חילול כבוד המשפחה” בעקבות היותו משתייך לקהילה הגאה.

    גורמים בכירים במשטרת ישראל, אמרו למערכת “חדשות Live”, כי: “זאת אינה הפעם הראשונה, בה מנסים לחטוף נער מהמשפחה הזו. לפני מספר ימים, נכשל ניסיון לחטוף נער אחר ממשפחה זו. ואנו סבורים, כי מדובר ברצח על רקע פלילי”.

    בעקבות הרצח של הנער, בתקשורת הערבית ואף הישראלית החלו להפיץ את הידיעה, כי מדובר ביהודים אשר חטפו את הנער ורצחו אותו וקברו את גופתו ב-“יער ירושלים”. וזאת לכאורה, בעקבות חטיפתם ורציחתם של הנערים גלעד שאער, אייל יפרח ונפתלי פרנקל הי”ד. וכאמור, מידע זה מוטעה ושגוי.

    לאור הדברים אשר נאמרו בתקשורת, החלו מחבלים ערבים, לצאת לרחובות ולבצע מהומות על-ידי זריקת אבנים ובקבוקי תבערה על כוחות הביטחון. ואף במחסום שועפט, החלו מחבלים ערבים לירות זיקוקים וקפצונים לעבר כלי רכב ישראלים.
    Gerusalemme: seguito relazioni durante le prime ore del mattino (mercoledì), il ragazzo arabo, entrato il veicolo. L’inchiesta ha rivelato che il ragazzo Muhammad Hussein Abu-permeabile (17), di Shuafat, che appartiene alla comunità LGBT.

    Il corpo del ragazzo è stato trovato nella foresta di Jerusalem, circa un’ora dopo il rapimento segnalato. In Israele, polizia sostengono che il ragazzo è stato ucciso dopo da associare a una famiglia nota per attività criminale, ma c’è un altro Grecia dice che il ragazzo è stato ucciso in “onore” di essere un membro della comunità LGBT.

    Altri funzionari di polizia ha detto Israele news sistema “Live”, perché: “non è la prima volta che si tenta di avere una famiglia. Pochi giorni fa, un tentativo di rapire la famiglia di un ragazzo. E crediamo che questo sia una criminale uccisione.”

    Dopo l’assassinio di un adolescente dai media israeliani e arabi hanno cominciato a diffondere la parola che gli ebrei che rapito il ragazzo e lo ha ucciso e sepolto il suo corpo nella foresta “Gerusalemme”. E che, seguendo il presunto rapimento e l’uccisione di un giovane soldato israeliano Gilad Shaer, Eyal e Naftali frenkiel e come accennato sopra, questa informazione è errata e falsa.

    Le cose che sono state dette dai media, terroristi arabi ha cominciato a prendere per le strade e disordini gettando pietre e Molotov cocktail presso le forze di sicurezza. E anche alla Shuafat, terroristi arabi ha iniziato a sparare fuochi d’artificio e Cap a veicoli israeliani. (Tradotto da Bing)

  3. Ma non c’è nessuno che nota l’incredibile coincidenza di eventi? Ieri ritrovano i tre ragazzi israeliani rapiti e barbaramente uccisi. Il giorno dopo sparisce un ragazzo palestinese che viene trovato morto e, guarda caso, è un appartenente alla comunità LGBT. Subito vengono accusati i “cattivi israeliani” di vendetta, così succede un bel casino che va avanti da ore. Pochi minuti fa Hamas dice che “Israele pagherà caro per questo omicidio”.
    Sono mesi che cercano di scatenare una intifada e adesso hanno un bellissimo pretesto (e in più si sono liberati di un “obrobrio”
    Non lo so ma a volte credo che ci meritiamo le varie Schiano e le Comizzoli

  4. Speriamo che la notizia sia vera
    Cambia l’ipotesi iniziale che sia stato qualche ebreo “ortodosso”, ma soprattutto criminalissimo e stupidissimo.
    Tuttavia non é sicuramente ancora ufficiale.
    Non é ancora confermata dalle agenzie sul web.
    Non ne fa cenno neanche la diretta di i24news.

      • Dicono che sia stata smentita un’ora fa dalle autorita’ israeliane stesse.

        • dicono chi? Le autorità israeliane (se intendi la polizia) ha confermato che si tratta di una faida interna. Per altro basterebbe saperne un po’ di più sulle culture araba ed ebraica per sapere che un ebreo non brucerebbe mai un corpo mentre un arabo lo fa per disprezzo

  5. Dopo che i soliti [omissis per decenza] SINISTRI E SINISTRODIPENDENTI tipo Barkat e Netanyahu, si sono subito precipitati a battersi il petto, lanciare accuse INFONDATE e creare l’associazione fra il rapimento e l’assassinio dei tre liceali ebrei e il giovane arabo, accusando di quest’ultimo i soliti “coloni”, “estremisti di destra”, “nazionalisti” e chi piú ha cretinate piú ne metta, viene fuori che sono stati arrestati due membri della sua famiglia accusati di omicidio del giovane perché pederasta, cosa tipica – anche se solitamente assassinano donne a dozzine – in quanto L’ISLAM GIUSTIFICA L’ASSASSINIO PER DIFENDERE L’ONORE DELLA FAMIGLIA E NE RENDE NON PUNIBILI GLI AUTORI secondo la Shariah…

    Accusare “la destra” israeliana del campo nazionale, cioè i sionisti religiosi, di tale fatto è segno di ignoranza, stupidità e malignità, come ben dice la Deputata Knesset Orit Struck.

  6. Non si conoscono ancora i dettagli perché c’è ancora la censura per le indagini in corso, ma una cosa è certa: Non eran stati degli Ebrei, ovviamente: http://www.youtube.com/watch?v=d1DAVEwqCP8
    Il padre del ragazzo arabo assassinato aveva denunciato in precedenza il rapimento “per errore” del fratellino piú giovane trovato legato…non di quello “gay”… Dice che conosce i rapitori e che non sono ebrei… Ovviamente i media non smentiranno e DI CERTO non lo faranno con la stessa rilevanza (nelle homepage o in prima pagina) con cui avevano parlato di “estremisti ebrei” e c’è pure da scommettere che non diranno che i rapitori e assassini erano arabi.

    Niente di nuovo.

    Si chiama libello di sangue…

    Di finte vittime di ebrei è pieno il calendario… Ricordi il caso di San Simonino di Trento?… 1475…”dissanguato vivo dagli ebrei per farci le azzime”?… Un’altra bella fetta di santi erano massacratori di Ebrei o invitavano a massacrarci: San Luigi, San Bernardo, Sant’Ambrogio, San Giovanni Crisostomo, San Silvestro, San Pio V, San Domenico, ecc., ecc.

    Chissà, a proposito, se quel [omissis per decenza] di Ariel Toaff fra vent’anni ci scriverà un libro tipo “Kügel di Sangue” i cui ci dirà che i giornali del Luglio 2014 dimostrano, col supporto di studi di qualche suo parente cattedrato, che certi Ebrei ortodossi rapiscono pederasti arabi, li bruciano e usano le ceneri per condirci la pasta delle cene di vendetta?

  7. …ma dai che stiamo parlando…..allora se sono stati veramente ( e ho i miei dubbi Ebrei religiosi, allora in uno stato come Israele Democratico e serio, si ricerchino i colpevoli e che vengano puniti severamente con il carcere a vita, ma secondo me, gli stessi Arabi hanno inscenato preso a pretesto questo momento, per eliminare come Onore Arabo questo ragazzo gay ( se veramente lo fosse che non c’è nulla di male in uno stato moderno ) si stato peso ucciso e il suo assassinio fatto ricadere sui religiosi o ortodossi in modo da stemperare le loro vere colpe e sopratutto da far vedere alla comunità internazionale che noi siamo come loro ….assolutamente falso, loro sono barbari e macellaio in Israle c’è la cultura della pietà dell’armonia e del rispetto verso l’essere umano……

Comments are closed.