Grillo ci prende tutti per idioti

By , in Politica Italiana on . Tagged width: , ,

grillo-renzi-senato

Grillo nel suo discorso di fine anno, non molto gradito agli italiani secondo il nostro mini sondaggio, ha detto tutto e niente. Vuole abolire la Corte Costituzionale, rilancia il referendum sull’Euro, ha dato degli idioti agli italiani che non votano il M5S sostenendo che poi non hanno il Diritto di lamentarsi e ha rendicontato le poche cose buone che hanno fatto quelli del M5S, tra le quali degne di nota il rifiuto dei rimborsi elettorali e una piccola parte dello stipendio da parlamentare restituito (lui ha detto il 50% mentendo).

Ma non è questo il punto. Il punto è che, come sempre, quando si tratta di fare veramente qualcosa che non sia sfascista Grillo e il M5S si tirano indietro. Ne abbiamo avuta l’ennesima prova ieri quando Matteo Renzi ha proposto a tutte le forze politiche tre tipi di legge elettorale spiazzando a tal punto Grillo che il comico è dovuto ricorrere al diktat (l’ennesimo) nei confronti dei suoi avvisandoli di non parlare dell’argomento. In termini medici si chiama “cura preventiva”. Prima che i grillini facessero qualche gaffe o aprissero bocca a sproposito (cosa non rara) li ha stoppati. Ha fatto parlare solo il cosiddetto “ideologo” del M5S, Paolo Becchi, che via Twitter ha scritto «Renzi si metta il cuore in pace non ci sarà alcuna riforma del bicameralismo perfetto con l’aiuto del M5S. Cominci a restituire il maltolto». Insomma, quando si tratta di fare sul serio con le riforme il M5S scappa e preferisce blandire quella miseria che hanno restituito arrivando addirittura a dire (lo ha fatto Grillo nel discorso di fine anno) che quelle briciole di pane aiuteranno le piccole imprese a ottenere finanziamenti dalle banche. Grillo è quindi veramente convinto che gli italiani siano tutti fessi e che il QI degli elettori sia come quello dei suoi deputati, a livello bassissimo.

Noi poveri idioti che non abbiamo votato il M5S e che non lo voteremo mai ne prendiamo quindi atto e speriamo che ne prendano atto anche gli italiani senza farsi abbagliare dalle parole del comico, bravissimo nella comunicazione ma irrilevante quando si tratta di fare sul serio. Non basta restituire qualche milione di euro per diventare uno statista o l’unico politico onesto d’Italia. Ci vuole ben altro.

Bianca B.

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata