Africa

Kenya: bestie islamiche. Indicibili torture sugli ostaggi del Westgate

Nemmeno i bambini si sono salvati dalla indicibili torture che i terroristi islamici hanno inflitto agli ostaggi del Westgate Mall di Nairobi. A testimoniarlo è un medico che ha assistito i feriti subito dopo la loro liberazione, che ha raccolto le loro testimonianze  e che ha potuto vedere i corpi degli ostaggi mutilati dai terroristi islamici.

Il racconto che ne esce è degno di un film dell’orrore. Palle degli occhi tolte dalle orbite oculari, mani affilate con un coltello come fossero matite con le quali poi gli ostaggi dovevano scrivere il loro nome con il proprio sangue, bambini torturati con un coltello, dita tagliate, nasi strappati con le pinze. Decine di cadaveri mutilati, orribilmente torturati prima di essere uccisi.

Questi non si possono definire nemmeno terroristi islamici, questi sono animali, bestie islamiche sanguinarie che godono a fare del male nel nome del loro Dio. E più sono fedeli più sono sanguinari.

Quello che è accaduto in Kenya, su cui per altro ancora ci sono lati oscuri, è uno degli episodi più indicativi di dove possa arrivare la crudeltà di queste bestie islamiche, di cosa ci aspetta se non metteremo fine al loro mondo dell’orrore con qualsiasi mezzo.

Noi ci teniamo a non equiparare tutto il mondo islamico alle bestie che hanno colpito in Kenya, ma non possiamo non notare che il cosiddetto “islam moderato” è rimasto piuttosto silente sulle indicibili atrocità avvenute in Kenya e non possiamo non notare che sui forum islamici, anche quelli non legati apparentemente all’estremismo islamico, si lodano le gesta di queste bestie. Vorremo quindi una ferma e fortissima condanna e presa di posizione ufficiale delle autorità islamiche contro questi animali che agiscono nel nome di un Dio che è anche il loro. Siamo sinceri, non ci aspettiamo niente di importante, visto anche il poco interesse mostrato dalla stampa internazionale sui risvolti dell’attacco terroristico al Westgate Mall di Nairobi. Certo, durante l’attacco la copertura mediatica c’è stata, ma di quello che c’è dietro e di quello che vuol dire in un’area importante come quella del Kenya nessuno ne parla, quasi fosse un tabù toccare gli islamici, anzi, le bestie islamiche.

Claudia Colombo

Tags

Related Articles

14 Comments

  1. Bene, siccome l’occidente non si sveglia e il cosiddetto “islam moderato” fa spallucce, pubblicare in prima pagina sui giornali più letti le foto delle ferite inferte sarebbe auspicabile. Forse molte, troppe persone non si rendono ancora conto con chi l’umanità abbia a che fare.

  2. “E più sono fedeli più sono sanguinari”.
    Bene, anzi, benissimo. Internet è anche questo.
    La demenzialità diffusa capillarmente.
    Identificare il mondo islamico dalle gesta di pochi estremisti che di islam hanno ben poco, finanziati dalle superpotenze e da interessi multinazionali.
    Chiunque, che abbia solo un briciolo di cervello, all’ affermazione :” come mai l’ Islam moderato si è fatto poco sentire”, risponderebbe: PERCHE’ MAGARI NON HANNO MEZZI PER FARSI SENTIRE, come invece hanno questi delinquenti grazie ad efficaci organizzazioni che sanno anche come gestire i media.
    Stupido, offensivo, guerrafondaio e, temo, ignorantemente orientato politicamente il pensiero dell’ autrice dell’ articolo.
    Come dire: nella chiesa cattolica ci sono preti pedofili, per cui I CATTOLICI PIU’ SONO FEDELI PIU’ SONO PEDOFILI.
    Mi spiace davvero per la poverina e per il sito che la ospita.

    1. Generalmente noi non pubblichiamo commenti contenti insulti a chicchessia, tantomeno ad un autrice, ma con questo commento facciamo una eccezione perché è la dimostrazione lampante della stpidità di certi buonisti che oltretutto non leggono nemmeno l’articolo fino in fondo.

      Prima di tutto l’autrice dice “Noi ci teniamo a non equiparare tutto il mondo islamico alle bestie che hanno colpito in Kenya” e già questo dovrebbe essere sufficiente a demolire la sua teoria iniziale, quindi se qui c’è un “poverino” analfabeta questo è lei.

      Poi ci vuole propinare l’idea che i cosiddetti “islamici moderati” non hanno i mezzi per diffondere il loro sdegno verso questi animali islamici vesro queste bestie. Ma come? Spendono milioni di dollari in campagne antisemite, anti-israeliane e antisioniste e non hanno pochi euro per diramare un semplice comunicato stampa?
      Ma ci faccia il piacere e vada a razzolare (male) da un’altra parte

      1. Ma quando questi ignoranti buonisti si sveglieranno?
        Non esiste l’slam moderato.
        Esistono islamici che ci predono in giro con questa balla.

      2. Brava, signora redazione ( chiedo scusa ma non saprei a chi rivolgermi direttamente)! Hai detto proprio il giusto: solo in fondo un breve accenno alla non identificazione della parte per il tutto. Solo dopo però aver detto di tutto e di più dell’ Islam e dei fedeli di esso. Non sono islamico e mi guardo bene dal definirmi “buonista”, ma di certo non posso non sentire un sano senso di ribellione difronte a giudizi e commenti quanto meno superficiali e sicuramente in grado di generare solo rabbia e xenofobia. Bene, cari amici ” cattivi”: viaggiamo ormai a gonfie vele verso il villaggio globale, la Rete invia quotidianamente messaggi di unione e interrazialità, le menti si uniscono senza frontiere e sopravvive ancora chi preferisce coltivare le cipolle del proprio misero orticello. Non vi sentite un pò superati e, ancor peggio, “vecchi” ? E’ evidente che il viaggio è appena iniziato, errori di rotta ce ne sono e ce ne saranno ancora, ma la destinazione e chiara e ben segnata. Una semplice domanda che pongo alla signora (o signorina?) “redazione”, nella certezza, anzi la speranza, che tutta questa mia replica non verrà pubblicata:. Rights reporter: chi siete? Una testata online della quale neanche vengono pubblicati i nomi dei responsabili e dei componenti la redazione. Un semplice riflesso di notizie raffazzonate qua e là in giro per il web. Ma la Rete è grande anche per questo, per cui mi auguro che ci sia sempre spazio per tutti e per le loro idee.
        Ancora buon divertimento.
        Filippo

        1. notizie raffazzona qua e la per la rete? Infatti i nostri articoli vengono ripresi continuamente da altre testate e sono tutti scritti da noi senza “raffazonare niente”. Hai fatto il tuo “whois” sei stato bravo. Accontentati. Ci bastano già le tante mail di minaccia da personaggi bravi e buoni come te per decide che la privacy e la nostra miglior sicurezza. Nessuno ti obbliga nè a leggerci nè a essere d’accodo con noi. Qui le regole le decidiamo noi.

          Bianca B. per la redazione

          1. state a vedere che questo è un’altro che tira fuori il GOMBLODDO del MOSSAD ah ah ah ah ah ah ah
            che ridicoli. E voi gli rispondete pure????

        2. Scusi, ma qualche critica concreta invece di tutto questo blablabla? Qualcosa tipo non è vero che i terroristi erano islamici e ve lo documento (seguono link a immagini dei terroristi con medaglietta della Madonna al collo, o con kippà e stella di David, o con turbante sikh); non è vero che hanno assaltato il centro commerciale, non è vero che hanno torturato, e qualche straccio di prova delle cose affermate che smentiscano quanto contenuto nell’articolo. No, eh?

    2. Mi sa che filippo ha le orecchie e gli occhi foderati di prosciutto!…ah ah ah l’Islam non ha i soldi per farsi sentire quando ci ricattano da anni con i miliardi e miliardi di $ che ci tolgono col petrolio, NON SANNO PIù CHE FARCI CON I SOLDI… A FILIPPOOO MA CHE DICIII MA CHE NON T’E’ BASTATO L’11 SETTEMBRE 2001…AH GIA E’ STATO BUSH!!AH AH AH !!PROVA A RAGIONARE CON LA TUA TESTA NON CON QUELLA DEI NO GLOBAL INDOTTRINATI NEI CENTRI SOCIALI!!!!!SVEGLIATI!!!!!!!!!!!!!!

  3. Non ha senso dire “Vorremo quindi una ferma e fortissima condanna e presa di posizione ufficiale delle autorità islamiche contro questi animali”.
    Se il c.d. islam moderato non ha reagito finora significa che non ha intenzione di farlo, che non considera un errore la tortura e le stragi. Possiamo anche costringerli a dire cose che non pensano davvero, ma il fatto che per loro tutto ciò sia giusto resta comunque un problema.
    Le “prese di posizione” che in Italia amiamo tanto sono soltanto un modo per esimersi dal fare il proprio dovere: è sufficiente condannare qualcosa per essere a posto, poi l’inezia che segue le parole è irrilevante.

  4. Quando ci vorrà ancora che l’ONU dichiari l’islamismo fuori legge (come il nazismo) perché macchiato di gravissimi crimini contro l’umanità?

    1. Bravi ragazzi…..infatti la grande Oriana Fallaci, saggia Cassandra, lo aveva predetto nei suoi libri : chi non l’avesse ancora letti consiglio”La rabbia e l’orgoglio” dove definisce felicemente e realisticamente i “mussulmani” come li chiama lei i “nazimussulmani”. Quello che hanno in Kenia supera qualsiasi immaginazione: STRAPPATO I BULBI OCULARI A VIVO, AFFILATO LE DITA FINO ALLE FALANGETTE PER SCRIVERE COL SANGUE LE LORO “COLPE” PER NON ESSERE MUSSULMANI, MUTILATI SOTTO ATROCI SOFFERENZE ARTI E ALTRI PARTI DEL CORPO….FORSE L’HANNO FATTO ANCHE AI BAMBINI…HO DETTO AI BAMBINI!!!!!!!! P E G G I O D E I N A Z I S T I !!!!!!!!!NON C’E’ TERMINE PER DEFINIRE QUESTI MOSTRI, ANCORA LO DEVONO INVENTARE UN TERMINE PER DEFINIRE QUESTI MACELLAI MEDIOEVALI!!!!!!!!!!!!!E CI SONO INDIVIDUI COME FILIPPO CHE LI DIFENDE E TROPPI ALTRI!!!!CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ABBIAMO GLI ARSENALI PIENI DI SOFISTICATE ARMI : A COSA SERVONO ?????CHE COSA DOVRA’ ACCADERE DI PEGGIO PER USARLE? sHABAB, bOKO aRAM E ALTRI ABIETTI MOSTRI ISLAMICI VANNO ANNIENTATI !

Close