Ai colloqui partecipano la Russia, la Turchia, l’Iran e il regime siriano


Ankara, Rights Reporter – La Turchia si prepara a voltare pagina per porre fine al conflitto con la Siria, con la quale ha interrotto le relazioni diplomatiche dopo la guerra civile scoppiata nel 2013.

Secondo le informazioni ottenute da fonti diplomatiche, è stata stabilita la data dell’incontro che sarà il 15 e 16 marzo e si terrà a Mosca tra la Turchia, la Russia, il regime di Assad e l’Iran.

All’incontro parteciperanno il Rappresentante speciale del Presidente Vladimir Putin per il Medio Oriente e i Paesi africani Mihail Bogdanov, in rappresentanza della Russia, Ali Asgar Haji, Consigliere per gli Affari Politici del Ministro degli Affari Esteri, in rappresentanza dell’Iran, il Vice Ministro degli Esteri Eymen Susan, in rappresentanza del regime di Assad e infine il vice ministro degli Esteri Burak Akcapar per la Turchia.

Un incontro per avvicinare Ankara a Damasco

Il 28 dicembre 2022 si è svolto il primo contatto bilaterale ad alto livello tra Ankara e Damasco dalla guerra civile iniziata in Siria nel 2011. Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar e il capo dell’Organizzazione nazionale di intelligence (MIT) Hakan Fidan hanno incontrato il ministro della Difesa siriano Ali Mahmud Abbas e il capo dell’intelligence, ospitati dal ministro della Difesa russo Sergey Shoygu.

Dopo questo primo incontro, è emerso un accordo per sviluppare il dialogo Turchia-Siria in modo da affrontare anche le relazioni politiche.