Politica Italiana

M5S: criticare Grillo è nocivo. Le ultime fatwe del comico pregiudicato

M5S-grillo-renzi

E via così. Adesso nel M5S vogliono far fuori Orellana perché si è permesso il lusso, inammissibile, di criticare Grillo. E’ una cosa che in un movimento anti-democratico qual’è il M5S non si fa. Quindi via alla richiesta di dimissioni e, probabilmente, alla sua espulsione dal M5S con il solito tarocco sistema delle votazioni online, che chiaramente nessuno controlla salvo Grillo e Casaleggio.

Ma non c’è solo il senatore Orellana nella lista nera di Grillo, ci sono anche gli altri tre senatori che hanno avuto l’ardire di criticare il rais cioè, Lorenzo Battista, Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella. Per loro quattro il capogruppo del M5S, Maurizio Santangelo, ha chiesto una assemblea per deciderne l’espulsione. La fatwa è stata emessa direttamente da Grillo (o da chi scrive per lui) sul suo blog e naturalmente ha raccolto l’entusiasmo dei pasdaran.

Ora, su questo la gente che ha votato il M5S (la gente normale non i pasdaran) dovrebbe fare una piccola riflessione: vogliamo ancora seguire questo comico pregiudicato che non accetta il minimo dissenso e che, come ampiamente dimostrato, non sostiene nemmeno le idee proposte dai suoi parlamentari pur di sfasciare tutto? E’ di questo che ha bisogno il Paese?

Bianca B.

Tags

Related Articles

5 Comments

  1. Ma perché non scrivi realmente le cose come stanno? Tipo il fatto che orellana ha avuto problemi di rendicontazione e presenze e forse sta cercando un pretesto x farsi “buttare fuori” e tenere tutto lo stipendio? E continuare a dare del pregiudicato (e lo è) a grillo per un’incidente in auto di 30 anni fa sarebbe una notizia? Come li chiamo tutti gli altri politici, a partire da Berlusconi, verdini etc? Dare una notizia tralasciando parte del contenuto equivale a inventare una notizia.. Ma ormai si sa che l’Italia è 70 al mondo come libertà di stampa x colpa di “pennivendoli” come te.. Fai schifo come gran parte delle persone che probabilmente apprezzi ed elogi..

    1. e cosa ha fatto, ha gonfiato le spese di un panino? Da voi quando criticano il pregiudicato hanno sempre qualcosa da nascondere. Guarda, fosse il primo ci potrei anche credere ma come mai tutti quelli che criticano il pregiudicato vengono sbattutti fuori?
      Per il resto c’è poco da commentare, usi il linguaggio tipico del grUllino, basso e limitato perché punti sulla realtà non riuscitie a fare altro

      1. Ahahah.. Sei ridicolo e falso buonista.. Ti rendi conto che non hai risposto ma hai sviato il discorso.. Ripeto, ridicolo..

        1. guarda che qui non siamo sul blog del pregiudicato, non si sviano i discorsi. Tu ha detto che l’espulsione di Orellana non è stata chiesta perché ha criticato Grillo ma perché avrebbe “problemi di rendicontazione” e noi ti abbiamo chiesto: “cosa ha fatto, ha gonfiato le spese di un panino”? E gli altri tre? Anche loro con problemi di scontrini?
          Quindi, non sei entrato/a nel merito e hai risposto da buon grUllino, cioè insultando.
          La realtà è che non sapete come spiegare come mai i vostri parlamentari che dovevano sfasciare il mondo sono invece ininfluenti e Grillo si rifiuta di fargli votare persino le proposte avanzate dal M5S.
          Ma va bene, i pasdaran esistono dappertutto. Ma per favore non insultate l’intelligenza della gente dicendo che Orellana e gli altri vengono cacciati perché hanno problemi di rendicontazone, sono cazzate e lo sapete anche voi (ammesso che abbiate un po’ di cervello). Fate prima a dire di butarli fuori perché vi sta sul cavolo che il grande Ayatollah Grillo venga contestato. Punto, basta. Che cavolo vi inventate?

  2. Non c’è altro dio che Casaleggio e Beppe Grillo è il suo profeta: chi lo critica è blasfemo e merita la morte. (Che poi, se vogliamo dirla tutta, chiamare “incidente d’auto” la scelta di entrare in una strada CHIUSA perché estremamente pericolosa, il rifiuto di ascoltare chi lo metteva in guardia dal percorrere quella strada che era tutta una lastra di ghiaccio, il percorrerla a velocità folle e infine, perso il controllo, buttarsi fuori senza tentare di recuperarlo e lasciar precipitare l’auto con gli amici a bordo – due adulti e un bambino – è come chiamare “insistenza” uno stupro.

Close