Media italianiQuick news

Mail segrete dei giudici contro Berlusconi? Le solite cazzate del Il Giornale

Uno vede il titolo e pensa: vuoi vedere che questa volta Zio Tibia Sallusti ha fatto il colpaccio? Ha sgamato i giudici complottisti e (naturalmente) comunisti che vogliono fare la pelle a Berlusconi? Il titolo che campeggia su Il Giornale è: Magistrati all’assalto, svelate le mail golpiste: “Lo zietto Berlusconi deve togliere il disturbo”. Titolone a effetto che fa prefigurare uno scoop sensazionale dei giornalisti (ma si, questa volta chiamiamoli così) de Il Giornale di casa Berluscones.

E così, anche se tremendamente controvoglia e violentando me stessa e le mie convinzioni, mi vado a leggere l’articolo (naturalmente online perché io non compro certi giornali) a firma del direttorissimo Sallusti. Dalle prime battute si capisce che in qualche modo gli hacker de Il Giornale sono riusciti a violare la “mailing list” dei giudici. Forte, pensi…..gli “spioni” magistrati spiati da gli hacker de Il Giornale. Invece……..

Invece probabilmente quelli che credevo essere hacker preparatissimi non sono altro che i famosi topo-hacker, gli smanettoni di Topolinia e da non confondere con i topa-hacker che invece sono gli smanettoni di Arcore. Insomma, questi probabilmente sono entrati in un forum di discussione frequentato dai giudici dove gli stessi si lamentano del fatto che Berlusconi voglia fare una riforma della giustizia ad personam e discutono sulle iniziative da prendere per tutelare l’indipendenza della Magistratura dal potere politico. E se non è un forum di discussione sarà qualche sistema di messaggistica istantanea del tipo Yahoo gruppi o qualcosa del genere dove per entrare basta pochissimo. Mail segrete? Ma quando mai? Complotti contro Berlusconi? Una cazzata spaventosa. Walt Disney quando scrisse Topolino aveva più fantasia.

Addirittura a un certo punto Zio Tibia Sallusti arriva a prefigurare l’associazione segreta <<più persone togate, quindi, si stanno mettendo d’accordo riservatamente per intralciare e contrastare la libera attività del Parlamento. Se non fossero magistrati, rischierebbero l’incriminazione per associazione segreta……>>. Siamo al ridicolo.

OK, ho capito, per una volta che frenando gli istinti suicidi mi sono messa a leggere quello che scriveva Sallusti ho scoperto di nuovo l’acqua calda, cioè che Il Giornale e il suo Direttore si dilettano nelle cazzate, il tutto per riuscire a convincere quei quattro vecchietti geriatrici che leggono Il Giornale che Silvio è buono, che Silvio è bello e che i giudici (sempre comunisti) tramano nell’ombra contro di lui. Tranquilli, non è successo niente. E’ tutto come al solito.

Bianca B.

Tags

Related Articles

4 Comments

  1. ovviamente Bianca B. manco a dirlo che sei faziosa e limitata. A me nn frega se l”hanno preso su un forum, i giudici nn devono in alcun modo prendere posizione a livello ufficiale e i forum di sicuro non sono nascosti a nessuno.

  2. e chi lo dice che un giudice non deve avere una opinione? Che facciamo adesso, gli limitiamo il diritto? Solo Sallusti, Berlusconi ed evidentmente tu potete pensare che uno perché giudice non può esprimere le sue idee. E’ fascismo

  3. i giudici in Italia si credono l’unto del signore, altro che Berlusocni, fanno e disfanno sorretti dai soliti forcaioli giustizialisti nipotini di Robespierre…
    tra l’altro perche’ mentre tutti nell’esercizio delle loro funzioni, dai piu’ noti chirurghi al piu’ umile fattorino pagano se fanno qualche cazzata, loro non devono avere nessuna responsabilita’ oggettiva sulle loro azioni????
    tenere in galera la gente per mesi per poi scoprore che era innocente si puo’ fare sempre tranqullamente in questo ns paese di m…a?
    qualche “illuminato” adoratore della magistratura me lo puo’ spiegare?

  4. Il fatto che i PM debbano avere una certa responsabilità civile lo trovo abbastanza giusto ma non che debbano rispondere al potere politico come sembra che vorrebbero con questa riforma. Ci sono sicuramente molte cose che non vanno nella giustizia italiana ma attenti a non favorire i criminali con leggi che servono solo a pochi potenti

Close