Mohammad Ali Jafari: «Iran pronto a una grande guerra con gli USA»

9 Aprile 2016

Mohammad-Ali-Jafari

L’Iran si sta preparando a una grande guerra con gli USA. A dirlo non è uno qualsiasi ma è il Generale Mohammad Ali Jafari, capo delle Guardie della Rivoluzione Iraniana (IRGC).

L’iran sta preparando le sue forze armate per una grande guerra con gli Stati Uniti e i suoi alleati, ha detto Mohammad Ali Jafari martedì scorso durante una riunione con i vertici del IRGC avvenuta a Teheran.

«Per anni abbiamo costruito e aumentato il nostro potere militare nella convinzione che una guerra diffusa con gli Stati Uniti e i suoi alleati sarebbe stata inevitabile. Abbiamo sviluppato tutte le capacità belliche necessarie ad affrontare tale conflitto e adesso siamo pronti» ha detto Mohammad Ali Jafari ai comandanti delle Guardie della Rivoluzione. «Prima delle opzioni politiche e diplomatiche abbiamo preparato quella militare» ha aggiunto.

Mohammad Ali Jafari ha poi parlato del programma missilistico iraniano affermando che l’Iran continuerà a svilupparlo e che costruirà missili sempre più precisi e distruttivi producendoli in serie. «L’Iran non vuole la guerra ma siamo pronti a combatterla» ha poi aggiunto Jafari. Il capo dei pasdaran iraniani ha detto che la IRGC ha messo a punto diversi piani per combattere una grande guerra con gli Stati Uniti e i suoi alleati e, riferendosi all’Arabia Saudita e agli stati del Golfo, ha detto che «i regimi come l’Arabia Saudita, il Bahrain e i loro pari sono simboli del moderno sottosviluppo politico asservito agli Stati Uniti e la IRGC ha messo a punto i piani necessari per rispondere alla loro stupidità».

Il bellicoso discorso di Mohammad Ali Jafari è avvenuto martedì, cioè poco prima che il Segretario di Stato americano, John Kerry, parlasse di raggiungere un accordo con l’Iran sul suo programma missilistico che tanto preoccupa l’occidente. Evidentemente Kerry e Obama ritengono le parole di Mohammad Ali Jafari poco credibili, qualcosa su cui sorvolare allegramente. Il paradosso davvero imbarazzante è che questi bellicosi discorsi vanno avanti ormai da settimane ma l’Amministrazione americana continua a sostenere la necessità di trattare con gli Ayatollah. Non sappiamo davvero cos’altro ci voglia per far aprire gli occhi a Obama.

Scritto da Adrian Niscemi

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
Previous Story

Ebrei nel mirino del ISIS: Israele invita a lasciare la Turchia

Next Story

Accordo Egitto – Arabia sulle isole Tiran e Sanafir. Israele in allarme

Latest from Medio Oriente

Go toTop