Nuovo Procuratore Capo del Tribunale Penale Internazionale sotto pressione per inquisire Israele

17 Giugno 2021

Ieri Karim Asad Ahmad Khan è diventato il nuovo Procuratore Capo del Tribunale Penale Internazionale (TPI). Prende il posto della discussa e discutibile Fatou Bensouda.

Karim Asad Ahmad Khan è un avvocato britannico specialista in diritto penale internazionale e diritto internazionale dei diritti umani e già dal suo primo giorno è sotto pressione per incriminare Israele per crimini di guerra.

La “grande” stampa ha chiesto sin da subito che il nuovo Procuratore Capo della Corte Penale Internazionale segua le orme del suo predecessore è che proceda contro lo Stato Ebraico colpevole di legittima difesa.

Perché è questo il vero crimine di cui viene accusato Israele, quello di essersi difeso dagli attacchi di gruppi terroristici che vogliono il suo totale annientamento.

Secondo la “grande” stampa dopo l’ultimo conflitto tra Israele e Hamas il nuovo Procuratore Capo del TPI ha in mano le prove che Israele ha compiuto crimini di guerra.

Israele avrebbe deliberatamente bombardato edifici civili e annientato intere famiglie palestinesi. Non c’è nessun accenno al fatto che Hamas usi proprio questi edifici civili per nascondere i suo arsenali e che le famiglie che li abitano ne sono perfettamente consapevoli.

Non c’è nessun accenno al fatto che Hamas posizioni deliberatamente i lanciatori di missili in mezzo a obiettivi civili e che gli abitanti di quegli edifici sono perfettamente consapevoli del rischio che corrono ma li lasciano fare.

Secondo questi “esperti” di Diritto Internazionale queste cose vanno bene se a farle è un gruppo terrorista e Israele non dovrebbe quindi difendersi da questi attacchi.

Secondo questi “esperti” di Diritto Internazionale non è Hamas che dovrebbe essere accusato di crimini di guerra per usare i civili come scudi umani, per di più mentre attacca in maniera deliberata obiettivi civili con l’intenzione di farne strage.

Ormai il Tribunale Penale Internazionale è diventato come il Consiglio per i Diritti Umani dell’Onu, diretto persino da Sauditi e Iraniani che vive solo per attaccare Israele mentre le violazioni dei Diritti Umani nel mondo proliferano.

E c’è da stare certi che Karim Asad Ahmad Khan non si farà pregare per inquisire Israele con le accuse più grave e infamanti, accuse false, ma in fondo cosa conta? L’importante è accusare Israele.

Franco Londei

Esperto di Diritti Umani, Diritto internazionale e cooperazione allo sviluppo. Per molti anni ha seguito gli italiani incarcerati o sequestrati all’estero. Fondatore e direttore di Rights Reporter

Seguici su…

massacro del 7 ottobre sito web

I più condivisi di recente

Previous Story

La Cina consegna 100 veicoli militari al Libano. Nessuno lo trova strano?

Next Story

Hamas lancia palloni incendiari verso Israele. La risposta dell’IDF

Latest from Editoriali

Go toTop