Quelli di Hamas sono missili deficienti ma puntuali

I missili di Hamas non sono tecnologicamente avanzati, non sono missili intelligenti, ma sono terribilmente puntuali

Medio OrienteQuelli di Hamas sono missili deficienti ma puntuali

Nelle guerre moderne l’uso delle cosiddette “armi intelligenti” è sempre più utilizzato da coloro che hanno le tecnologie per produrre tali mezzi di distruzione. In molti casi vengono usate per limitare al massimo le vittime civili, i cosiddetti “danni collaterali”.

Gruppi terroristici come Hamas o la Jihad Islamica palestinese non sono in possesso di tecnologie in grado di produrre armi intelligenti, non ne hanno nemmeno bisogno perché a loro dei danni collaterali non importa nulla.

Tuttavia, sebbene le armi di Hamas non siano intelligenti sono terribilmente puntuali. Impossibile non notare come l’assalto ai civili israeliani sia arrivato in un momento in cui la Russia aveva un terribile bisogno di “alleggerire” la pressione e costringere gli Stati Uniti ad operare su un altro fronte più “importante” di quello ucraino.

Ma il missile più puntuale è stato quello che ieri sera hanno sparato i terroristi della Jihad Islamica palestinese su un ospedale di Gaza. C’era il cameraman pronto ad immortalare l’esplosione, c’erano un sacco di civili feriti o in fuga pronti per essere sacrificati ad Allah, ma soprattutto c’era l’arrivo del Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, in Israele. Quale momento migliore per una false flag (qui la prova) che infiammi il mondo musulmano contro Israele?

A dire il vero come false flag è stata anche cialtronesca, facilissima da smontare. Ma è servita allo scopo se è vero, come è vero, che non solo il mondo musulmano si è subito infiammato, ma anche gli antisemiti de noantri, quelli che si nascondono dietro la facciata del pacifismo, si sono messi subito a strillare contro Israele. Quelli di Hamas sono anche missili deficienti per deficienti.

Intanto è saltato il vertice tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il re Abdullah diGiordania, il presidente egiziano Abdel Fattah Sissi e Mahmoud Abbas in programma ad Amman. Quel vertice impensieriva Hamas e, soprattutto, l’Iran. Biden avrebbe convinto gli arabi ad accettare quello che immancabilmente andrò a fare Israele a Gaza.

Poi Hamas ha bisogno come l’aria di consenso nel mondo islamico, un consenso che non poteva avere subito dopo la strage, prontamente dimenticata dal mondo islamico nel momento in cui è caduta la prima bomba israeliana a Gaza. Ma la strage dell’ospedale è la più adatta a soppiantare quella di ebrei.