Media italiani

Travaglio, di qualcosa di sionista

Caro Marco Travaglio, ma dove diavolo è finita la tua lucidità su Israele? Il giornale che hai contribuito a fondare e del quale sei vice-direttore, Il Fatto Quotidiano, è diventato peggio del Manifesto tanto è antisemita.

Andando a leggere la sezione “esteri” c’è di che rimanere esterrefatti nel vedere le firme e, soprattutto, gli scritti. Leggere le fandonie di Giulietto Chiesa o di Joseph Zarlingo, solo per citarne due, su Israele e sui fatti medio-orientali (Siria e Iran) lascia allibiti e ci fa porre una domanda: ma tu questi articoli li leggi prima che vengano pubblicati? E’ questa la linea editoriale del “TUO” giornale? Una linea negazionista e complottista che sfiora l’antisemitismo?

Perché te ne stai zitto, zitto? Hai forse paura di essere di nuovo etichettato come “traditore” dai tuoi amici nazi-comunisti come quando difendesti, a ragione, l’intervento militare israeliano a Gaza? Eppure non sei il tipo che si tira indietro di fronte a queste cose.

Ma forse il target di lettori de Il Fatto Quotidiano ti consiglia di rimanere miseramente in silenzio. Sai quanti di loro minaccerebbero di non leggere più il “TUO” giornale se dovessi dire qualcosa che assomigli vagamente ad una difesa di Israele? Migliaia e migliaia. Quindi è una questione di mero interesse e la ideologia nazi-comunista non centra affatto?

Scusami Marco se ti pongo queste domande, ma tu che sei il portabandiera della libera e corretta informazione non puoi tollerare una simile serie di articoli chiaramente faziosi senza nemmeno dare la possibilità a qualcun altro di contrastare la deriva nazi-comunista che hanno preso certi “giornalisti” del “TUO” giornale. Ti giuro, non voglio metterti in difficoltà con i tuoi affezionati lettori, non voglio che tu perda soldi a causa magari di una parola di sostegno a Israele. No, vorrei solo che non rimanessi così nascosto, quasi terrorizzato, e che dicessi qualcosa……..qualcosa di sionista.

Bianca B.

Tags

Related Articles

6 Comments

  1. Non conosco questo blog ma spero che la “lettera” sia davvero recapitata a Travaglio altrimenti, come per molti blog e relativi bloggers, è solo onanismo mentale.
    Shalom

  2. “Scusami Marco se ti pongo queste domande, ma tu che sei il portabandiera della libera e corretta informazione non puoi tollerare….”
    Ecco, appunto, continuate ad incensare Travaglio (di nome e di fatto) come portabandiera della libera, giusta, e corretta informazione giornalistica italiana, e vedrete quanti aficionados lettori conterete tra i vostri simpatizzanti.
    Travaglio, nome di battaglia: ToPoSoTri (Topo di polverosi sottoscala di tribunali), non ha tempo per leggere certi articoletti dei vari amanti di Hamas, e sostenitori di Mahmoud Abbas, nome di battaglia: Abu mazen.
    Sul FQ possono scrivere tutti, a patto che abbiano ben in mente due cose: l’odio contro tutto quello che odora di Berlusconi, e l’odio contro Israele. I vari “giornalisti” odiatori di Israele, oltre allo Zarlingo, sono: il Calapà che mille ne scrive e mai una giusta ne fa, Paola Caridi, e non per ultimo ma non per questo meno “pericoloso”, è il trombato partecipante alle ormai vetuste elezioni europee per il Partito Comunista in una delle repubbliche baltiche, Giulietto Chiesa.
    Il Giulietto fa parte di quell’enclave di giornalisti (dal Manifesto ai Verdi ecc…) che vengono spesso intervistati da giornali, radio, e televisioni iraniane per diffondere l’odio verso Israele. In Italia, i media degli Ayatollah, IRIB, sono accreditati all’interno della Associazione stampa estera a Roma, pazzesco!
    E’ quindi inutile pregare il travagliato e occupato Travaglio, difensore della libera e corretta informazione (secondo Bianca, naturalmente!), di intervenire contro questi cotanto supportati “giornalisti”, ne andrebbe non solo della sua vita, ma di quella informazione che per partito preso e per il numero di copie vendute, va a gonfiare sempre di più le fila di coloro che si allineano ad eliminare Israele dalla faccia della terra.
    Non è Travaglio che deve difendere Israele, siamo noi che dobbiamo difenderci da tutti quei Travaglio che “democraticamente” non contrastano le falsità scritte su questi giornali: giornali comunisti camuffati camaleonicamente da progressisti (vedi il PD), e quindi totalmente “democratici”.
    P.S. Shalom al caro Vittorio, per l’ardire nel pensare che Travaglio possa leggere la lettera di Bianca, se mai fosse stata, o venisse recapitata al “giornalista”……

  3. ma siete matti? lo stato senza confine e senza costituzione di israele compie dal 48 una pulizia etnica nei confronti degli arabi i quali non hanno diritti, sono considerati cittadini di infimo livello, meno che manodopera a basso costo. non lo dico solo io ma una fila infinita di condanne ONU per le violazioni dei diritti umani, per una politica colonizzatrice e NAZISTA. nazista non è chi dice che il governo israeliano uccide gli arabi ma lo è chi uccide gli arabi. essere ebreo non è sinonimo di sionista ne di israeliano. o sono antisemiti anche gli ebrei e i rabbini che accompagnano i contadini palestinesi a raccogliere le olive sui campi che gli vengono espropriati da un giorno all’altro o chiusi dietro un muro che gli impedisce di arrivarci? andateci in palestina prima di scrivere stronzate con la camicetta pulita, andate a vedere in che condizioni vivono quei 2 milioni e mezzo di “terroristi” che vivono ghettizzati per il solo fatto di essere arabi

  4. Stefanodik
    ma dove le prendi tutte questa cazzate? A quale nazi-indottrinamento sei sottoposto? I poveri palestinesi vittime delle angherie sioniste……. ma fammi il piacere. Potrebbero vivere in pace a lasciar vivere in pace, invece sono degli idioti.
    Vacci tu in Samaria a vedere come vivono quelli ce lavorano nelle colonie israeliane e vedrai che prendono uno stipendio dieci volte superiore agli altri arabi e prova a dirgli che se ne devono andare. Ma dove cazzo vivete? Vivete di pane e odio senza nemmeno sapere come stanno le cose.

  5. le risoluzioni ONU sono cazzate? Il carcere preventivo è una cazzata? il muro è una cazzata? lo stato di israele è stato condannato per tutto questo o no? io sarei nazista perché dico qualcosa contro il potere più forte? Amnesty allora è nazista? rachel corrie era nazista? Arrigoni? A quali colonie ti riferisci a quelle costruite sopra i villaggi arabi distrutti o quelle sopra le foreste secolari intorno a gerusalemme? Molti arabi lavorano alla costruzione delle colonie e alla costruzione del muro ma che dovrebbero fare? morire di fame o farci morire morire i loro figli? scrivo cazzate? sono cazzate i 1800 e passa morti per l’85% donne e bambini ( dato confermato dall’esercito israeliano) uccisi a gaza nell’emblematica operazione piombo fuso? o i profughi massacrati nei campi in libano? Ci sono stato in israele e mi sono preso i loro democratici proiettili di plastica mentre stavo accompagnando un gruppo di contadini a raccogliere la roba nei campi. L’odio non certo mi si confà. HO amici di tutte le nazionalità e tutti ci rispettiamo perché non ci nascondiamo dietro a nazionalismi e bandiere. L’odio lo fa chi costruisce i muri, distrugge le case e chi dice, come te, che tutti gli arabi sono idioti.

  6. Le risoluzioni Onu sono cazzate, specie dopo che al consiglio dei diritti umani hanno meso Iran e Arabia Saudita (giusto per dire la serietà dell’Onu). Poi non c’è stata alcuna condanna per il muro difensivo o per il carcere preventivo (come lo chiami tu). Amnesty, te lo raccomando. L’ultimo rapporto è la prova comclamata (ma lo si sapeva già) che sono tutto fuorché obbiettivi
    http://www.secondoprotocollo.org/?p=4596

    Arrigoni era un antisemita ucciso dai suoi amici di Hamas e se non sei così obbiettivo da ammettere almeno questo allora sei come tutti gli altri fessi che credono alle fandonie palestinesi.

    Ma che te lo dico a fare?

Close