Uccisi due israeliani in Messico. Indaga il Ministero degli esteri

Non ancora chiari i motivi di quello che sembra a tutti gli effetti un omicidio mirato

Due cittadini israeliani sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco in un bar di Città del Messico. Lo si apprende da fonti del Ministero degli Esteri israeliano.

I nomi delle due vittime non sono ancora stati resi noti come non sono chiari i motivi di quello che sembra a tutti gli effetti un agguato, una esecuzione.

Le poche notizie filtrate riferiscono di uomini armati che sono entrati nel bar e che hanno preso di mira deliberatamente i due israeliani.

Il Ministero degli Esteri israeliano che indaga sull’omicidio tende ad escludere tuttavia che si tratti di un omicidio per motivi antisemiti.

L’intelligence israeliana di recente è particolarmente attiva in Centro e in Sud America nel tentativo di individuare e stroncare i canali illegali di finanziamento di Hezbollah.

Messico, Colombia, Venezuela e Costa Rica vengono usati da Hezbollah per il trasferimento di cocaina dalle zone di produzione all’Europa attraverso un percorso che tocca anche il nord Africa.

Di recente l’intelligence israeliana in collaborazione con quella americana ha ottenuto diversi successi contro i traffici illeciti di Hezbollah che finanziano le attività terroristiche del gruppo legato a Teheran.

A causa delle sanzioni americane all’Iran, Teheran è stata costretta a ridurre i propri finanziamenti a Hezbollah che per compensare i minori introiti ha aumentato il proprio volume di traffici illegali in tutto il mondo ma in particolare in centro e sud America dove è particolarmente attiva ed è in affari con i maggiori cartelli della droga.

Naturalmente per il momento non è possibile fare alcuna ipotesi visto lo stretto riserbo che circonda tutta la vicenda. Tutto quindi può essere. Potremo essere più chiari solo dopo (e se) verranno diffusi altri particolari.