Erdogan: «la Turchia riceverà il sistema russo S-400 a luglio»

Il dittatore turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che la Turchia riceverà il sistema missilistico di fabbricazione russa S-400 il prossimo mese di luglio, forse addirittura prima.

Erdogan lo ha detto in una conferenza stampa organizzata a seguito del suo viaggio a Mosca durante la quale non ha mancato di attaccare il vice-presidente americano, Mike Pence, per aver duramente criticato l’acquisto di S-400 dalla Turchia e aver messo in discussione l’appartenenza della Turchia alla NATO.

Il dittatore turco non ha fatto tuttavia nessun riferimento alla decisione americana di non consegnare gli F-35 alla Turchia, decisione derivata proprio dall’acquisto del sistema S-400 dalla Russia.

«La Turchia è uno degli attori militarmente più importanti della NATO» ha detto Erdogan ai giornalisti. «Quando vengono fatte le critiche alla Turchia per l’acquisto del sistema S-400 nessuno ricorda questo particolare. Non c’è motivo per cui uno dei più forti poteri militari della NATO non debba dotarsi di un ottimo sistema di difesa antiaerea» ha concluso Erdogan.

La Turchia resterà nella NATO

Poi Erdogan è passato ad un duro attacco nei confronti del vicepresidente americano, Mike Pence, il quale aveva ventilato l’ipotesi che la Turchia potesse uscire dalla NATO a seguito dell’acquisto degli S-400 russi.

«Mike Pence non è il Segretario Generale della NATO» ha detto Erdogan. «Il Segretario Generale della NATO si chiama Jens Stoltenberg e ha già escluso l’uscita della Turchia dalla NATO».

La notizia dei colloqui russo-turchi sull’acquisto dei sistemi S-400 è stata resa nota per la prima volta nel novembre 2016 ed era stata subito duramente criticata dagli Stati Uniti. Mosca ha confermato che il contratto è stato firmato il 12 settembre 2017. Erdogan ha annunciato che Ankara ha già effettuato il pagamento anticipato della fornitura.

La scorsa settimana il Pentagono aveva annunciato il blocco delle consegne dei nuovi caccia americani F-35 alla Turchia in quanto l’acquisto del sistema russo S-400 poteva dare accesso ai russi ad informazioni riservate riguardanti i sistemi e i software degli F-35.