Incredibile: la Palestina accettata nella convenzione contro la corruzione dell’Onu

12 Maggio 2014

palestina-corruzione

Quando si dice i controsensi. L’Onu ha accettato ufficialmente la Palestina come firmataria della Convenzione contro la Corruzione delle Nazioni Unite. Il Governo più corrotto del mondo che firma una convenzione contro la corruzione. Siamo davvero al ridicolo.

A renderlo noto è l’agenzia di stampa palestinese Ma’an che spiega come ieri l’Onu abbia ufficialmente notificato al Primo Ministro palestinese, Rami Hamdallah, l’accettazione della richiesta avanzata dalla Palestina di aderire alla Convenzione contro la corruzione, una delle 17 richieste fatte da Abu Mazen.

Il fatto davvero ridicolo è che mentre sempre più rapporti internazionali spiegano che in Palestina sono scomparsi centinaia di milioni di dollari destinati agli aiuti umanitari, l’organismo più importante del mondo senza nemmeno controllare cosa stia avvenendo dalle parti di Ramallah, pur di accontentare le richieste palestinesi accetta l’improbabile candidatura avanzata proprio dal re delle corruzione, il cittadino onorario di Napoli, Abu Mazen. Siamo davvero alle comiche.

Scritto da Sarah F.

Seguici su…

massacro del 7 ottobre sito web

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato sui nuovi articoli e sulle nostre iniziative

I più condivisi di recente

Previous Story

Khamenei pugnala Obama

Next Story

Nucleare iraniano: ecco come l’Iran inganna l’occidente (esclusivo)

Latest from Senza categoria

Burkina Faso: nuovo golpe militare

A pochi giorni dalle elezioni che avrebbero dovuto portare alla democrazia in Burkina Faso, previste per il prossimo 11 ottobre, i militari hanno deposto
Go toTop