Nigeria: allarme attentati per Natale. USA e GB sconsigliano viaggi nella regione

4 Dicembre 2017

Nigeria (Rights Reporter) – I Governi di Gran Bretagna e Stati Uniti hanno sconsigliato i propri cittadini a recarsi in Nigeria durante le feste di Natale a causa del rischio altissimo di attentati di matrice islamica in tutto il Paese, compresa la capitale federale, Abuja.

Il rischio di attentati cresce sensibilmente durante le festività natalizie» esordisce un comunicato del Foreign Office britannico in un recente “consigli di viaggio” indirizzato al loro cittadini. «Gruppi terroristici hanno minacciato di condurre attentati in tutto il territorio, compresa la capitale federale Abuja» continua il comunicato. «Voi cittadini britannici luoghi in cui si radunano folle, luoghi di culto cristiani, mercati, centri commerciali, alberghi, bar, ristoranti, centri umanitari e campi di sfollati» dice infine il comunicato.

Più specifico è il Governo degli Stati Uniti. Con un comunicato diffuso dal Dipartimento di Stato intitolato “Avviso di sicurezza per i cittadini degli Stati Uniti” mette in guardia i cittadini americani a non recarsi nelle regioni di Adamawa, Bauchi, Borno, Gombe, Jigawa e Yobe durante le feste natalizie. Poi aggiunge, come i britannici, di evitare i luoghi affollati, le chiese, i mercatini, i bar e i ristoranti. Molto specifico il comunicato diffuso dall’ambasciata americana in Nigeria: «la missione diplomatica degli Stati Uniti d’America in Nigeria esorta i cittadini americani a non recarsi negli Stati di Adamawa, Bauchi, Borno, Gombe, Jigawa e Yobe durante le feste natalizie» recita il comunicato.

Smentisce parzialmente l’allarme per attentati il Ministro nigeriano per la cultura e l’informazione, Alhaji Lai Mohammed, il quale parlando con la stampa che gli chiedeva conto dell’allarme lanciato da USA e Gran Bretagna ha detto che «la Nigeria è a conoscenza del fatto che i terroristi ormai in fuga sono alla ricerca di obiettivi soft da colpire, ma le agenzie di sicurezza nigeriane sono costantemente in allerta e non ci risulta che ci sia un allarme così alto».

A partire dal 2012 i terroristi islamici di Boko Haram hanno colpito in diverse occasioni le chiese cattoliche durante le feste di Natale, solo che in occidente (compreso il Papa) non sembrano interessarsene.

Seguici su…

massacro del 7 ottobre sito web

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato sui nuovi articoli e sulle nostre iniziative

I più condivisi di recente

Previous Story

Tutti contro Trump sul riconoscimento di Gerusalemme capitale di Israele

Next Story

Nuovo attacco aereo israeliano in Siria. Colpito centro di ricerca militare

Latest from Africa

Go toTop