UE invita Russia e Cina ad aderire a metodo di pagamento alternativo per Iran

26 Ottobre 2018

L’Unione Europea ha invitato Russia e Cina ad aderire al metodo di pagamento alternativo messo a punto da Bruxelles per eludere le sanzioni americane sull’Iran.

Lo rende noto oggi l’agenzia di Stampa iraniana Fars News la quale, citando l’ambasciatore russo nell’Unione europea, Vladimir Chizhov, sostiene che «l’Unione europea prevede di invitare Russia e Cina a unirsi a una futura rete di pagamento alternativa al fornitore di servizi finanziari globale SWIFT per eludere le sanzioni statunitensi sull’Iran».

«Il futuro sistema di transazioni sarà aperto a una serie ancora più ampia di parti dopo il suo lancio iniziale», ha affermato Chizhov ribadendo che per l’Unione Europea mantenere il business con l’Iran è una questione di primaria importanza svelando anche che «il progetto di creare un meccanismo speciale per le transazioni finanziarie con l’Iran bypassando le sanzioni statunitensi è ora operativo».

Il mese scorso l’Alto rappresentante della politica estera europea, Federica Mogherini, aveva detto che lo speciale sistema di pagamento studiato per aggirare le sanzioni americane all’Iran, denominato Special Purpose Vehicle (SPV), sarebbe stato operativo per novembre. Ora la stessa Unione Europea inviata Russia e Cina ad aderire a questo progetto che nelle intenzioni dovrebbe rendere inefficaci le sanzioni americane a Teheran.

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Previous Story

Ahed Tamimi: la prova vivente della favoletta del popolo palestinese

Next Story

Israele sotto attacco: 30 missili nella notte. Hamas minaccia «pronti a guerra totale»

Latest from Società e cronaca

Go toTop