Giordania: sventati attentati contro obbiettivi occidentali

Giordania – Sempre più sotto il tiro dell’islam radicale la pacifica Giordania si trova a fare i conti con il concreto pericolo di attentati. Una fonte ufficiale della polizia giordana ha reso noto ieri di aver arrestato 11 persone sospettate di voler compiere attentati contro obbiettivi occidentali, ambasciate e centri commerciali.

Gli 11 uomini, sembra tutti giordani, facevano parte di un gruppo salafita legato ad Al Qaeda. Sono stati arrestati grazie a un capillare lavoro di intelligence. I loro obbiettivi erano tutti ad Amman e comprendevano oltre a centri commerciali e ambasciate anche singoli diplomatici occidentali e le loro famiglie.

Dai documenti ritrovati dalla polizia giordana si evince che a essere presi di mira erano in particolare due centri commerciali di Amman frequentati da occidentali e dalle famiglie dei diplomatici. Alcune fotografie e il percorso delle auto con targa diplomatica fanno pensare che avevano intenzione di colpir anche un alto diplomatico anche se ancora non è stato reso noto chi fosse.

Il Ministro dell’informazione, Samih al-Maaytah, ha detto che questi arresti dimostrano come la minaccia del terrorismo islamico fondamentalista sia sempre più pericolosa in Giordania e ha invitato i cittadini a tenere alta la guardia.

© 2012, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata