Nucleare iraniano: Iran riprende in segreto esperimenti nel sito di Parchin

By , in Middle East on . Tagged width: ,

Tra la guerra a Gaza e le atrocità dello Stato Islamico ci siamo quasi dimenticati del Nucleare iraniano. A Teheran, dove non mancano gli esperti del depistaggio, non solo ne hanno gioito ma se ne sono approfittati. Così pochi giorni dopo aver ottenuto un ulteriore rinvio di sei mesi per chiudere la questione del nucleare iraniano, i tecnici iraniani sono tornati a mettere in funzione il sito militare di Parchin, quello dove si sospetta che gli iraniani stiano costruendo il loro primo ordigno atomico.

Qualche segnale era arrivato anche prima che Obama concedesse molto generosamente agli iraniani un rinvio di sei mesi per determinare un accordo complessivo sul loro programma nucleare, allorquando una serie di fotografie satellitari scattate dalla Digital Globe avevano evidenziato una ripresa delle attività nel sito di Parchin. Questo avveniva a giugno e allora la denuncia fatta dal Institute for Intelligence and National Security di Washington non sortì alcun effetto. Ora nuove fotografie satellitari e notizie di intelligence confermano che gli iraniani hanno rimesso in moto in gran segreto il sito di Parchin.

Molto preoccupati gli ispettori della Agenzia Atomica Internazionale (AIEA) tanto che lo stesso direttore generale della AIEA, Yukiya Amano, ha deciso all’improvviso di volare domani, 17 agosto, direttamente a Teheran per chiedere spiegazioni agli iraniani e per ottenere l’accesso al sito di Parchin, anche se ufficialmente il viaggio viene presentato come “una missione volta a favorire il dialogo”.

Inutile dire che la cosa era ampiamente prevedibile e che, nonostante non se ne parli più, gli iraniani durante tutti questi mesi sono andati avanti come treni sul loro programma nucleare. La politica collaborazionista di Obama ha fatto il resto. Secondo gli esperti della AIEA gli iraniani usano il sito di Parchin per testare detonatori nucleari, cioè l’ultima fase dell’assemblaggio di un ordigno nucleare. Se è stato rimesso in moto significa che il momento è arrivato.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sarah F.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles