La proliferazione delle armi da difesa personale in Libano non è una novità, né è limitata a una regione specifica; tuttavia, la diffusione delle armi turche è in aumento da due anni e il suo pericolo risiede nella rapida diffusione nelle mani dei giovani e di coloro che manomettono la sicurezza pubblica.

Ma chi importa queste armi turche nel Paese e come?

Questo commercio è attivo soprattutto nella regione settentrionale. I più importanti importatori dalla Turchia sono A.Y. e suo figlio K.Y.

A. Y. è il proprietario di un’azienda che importa armi da caccia; ha approfittato della precedente capacità legale per portare avanti il commercio illegale e raccogliere enormi profitti.

Secondo le informazioni di sicurezza, nel 2020 l’esercito ha ritirato la licenza concessagli a causa dei sospetti di traffici illeciti legati al commercio di armi.

Le forze di sicurezza stanno perseguendo il proprietario dell’azienda; sono in corso perquisizioni nei suoi negozi e in quelli dei suoi parenti; alcuni di loro sono stati precedentemente arrestati e poi rilasciati per ordine giudiziario.

Suo figlio – K.Y – ha importato le armi turche usando contrabbandieri che usano attraversamenti illegali del confine libanese-siriano con l’aiuto di mercanti siriani.

Questo commercio illecito è condotto principalmente attraverso la città di Al-Masharfa; (K.Y) le consegna a uno dei suoi fratelli, che le distribuisce ai commercianti di armi. Tra questi commercianti ci sono parenti che posseggono negozi di fucili da caccia a Tripoli e Al-Mina, oltre ad altri commercianti.

Questi commercianti promuovono sul mercato piccole quantità di armi turche.

Secondo le informazioni di sicurezza, le armi turche vengono modificate con scanalature per sparare proiettili da 9 mm.

Queste armi turche sono vendute a prezzi compresi tra i 150 e i 200 dollari USA.

La Direzione dell’Intelligence delle Forze Armate libanesi ha fatto irruzione in molti negozi e magazzini.

Negli ultimi due anni, una revisione degli archivi della sicurezza mostra come sia evidente che la vendita di armi turche si stia diffondendo in Libano.

Nel 2022 le Forze Armate libanesi hanno sequestrato centinaia di armi turche.