Global March to Jerusalem : in Marocco si bruciano bandiere israeliane

26 Marzo 2012

Con qualche giornata di anticipo rispetto alla Global March to Jerusalem, in Marocco si è svolto un grande raduno a sostegno della marcia. Secondo gli organizzatori oltre 100.000 persone hanno partecipato al raggruppamento a Rabat.

Durante la manifestazioni sono state bruciate bandiere di Israele e i manifestanti hanno urlato slogan antisemiti. Un diplomatico israeliano, David Saranga, che era in città per una conferenza è stato assaltato da alcuni manifestanti e si è salvato solo grazie all’intervento delle forze di sicurezza.

“Il popolo libererà al-Aqsa. Un milione di martiri si sta dirigendo a Gerusalemme” hanno detto gli organizzatori della manifestazione appartenenti ad un gruppo estremista islamico marocchino. “Venerdì dimostreremo al mondo che Gerusalemme può essere liberata.

Poi un attacco frontale ai “governi arabi” che, secondo gli estremisti islamici, non tengono nella dovuta considerazione le sofferenze del popolo palestinese e addirittura sarebbero complici di Israele.

Secondo gli organizzatori alla Global March to Jerusalem prenderanno parte anche alcuni rabbini legati a Neturei Karta, l’organizzazione anti-sionista e negazionista che lotta per la distruzione d Israele.

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
Previous Story

Gaza: Hamas non incanta più nemmeno i palestinesi

Next Story

Israele taglia i ponti con il Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu

Latest from Medio Oriente

Go toTop