I ribelli Houthi nello Yemen (l’Iran) minacciano pesantemente gli Emirati Arabi Uniti

By redazione

I ribelli Houthi nello Yemen, cioè l’Iran, hanno pesantemente minacciato gli Emirati Arabi Uniti se non toglieranno il loro sostegno all’Arabia Saudita nella guerra in Yemen.

“Gli Emirati Arabi Uniti non sono in grado di resistere agli attacchi missilistici perché sono un piccolo paese e la sua economia dipende dalla sicurezza, dalle relazioni con altri paesi e da un certo numero di società internazionali che operano nella regione”, ha detto ieri sera Mohammad Abdul Salam ad Al-Mayadin, portavoce dei ribelli Houthi nello Yemen.

“Gli Emirati Arabi Uniti sono un insieme di aerei in transito e un gran numero di torri di vetro. In altre parole, mancano di profondità. Pertanto, se gli Emirati Arabi Uniti perderanno la loro sicurezza, la loro credibilità tutto per loro andrà perduto”, ha affermato, riferendosi al recente attacco dei ribelli Houthi nello Yemen contro gli Emirati Arabi Uniti, nota come “Operazione Yemen Storm 2”, che ha preso di mira alcuni dei centri strategici degli Emirati Arabi Uniti.

Il portavoce dell’Iran nello Yemen chiede in sostanza l’immediato sostegno degli EAU all’Arabia Saudita nella guerra in Yemen altrimenti gli attacchi con droni e missili di fabbricazione iraniana colpiranno i punti strategici degli Emirati Arabi Uniti.

Da notare che, come più volte messo in evidenza, quando si nominano i ribelli Houthi nello Yemen si nomina l’Iran. Una minaccia del braccio armato iraniano nello Yemen agli EAU significa quindi una minaccia diretta di Teheran ad Abu Dhabi e la comunità internazionale non ne può non tenere conto, specie in un momento in cui sta trattando con l’Iran la fine delle sanzioni in cambio di un accordo sul nucleare iraniano.

In sostanza, non si può permettere all’Iran di minacciare impunemente un Paese del Golfo persico perché questo paese difende il legittimo Stato dello Yemen dagli attacchi dei ribelli sciiti armati e finanziati da Teheran.

E non si può più nemmeno continuare a condannare l’Arabia Saudita per la guerra nello Yemen quando sappiamo benissimo che a fomentarla è stato l’Iran.