ambasciatore iraniano parla con onu di gaza

Il ministro degli Esteri iraniano si trova a Ginevra per un incontro non divulgato, ospitato da un importante gruppo umanitario che si occupa di accordi di pace.

Hossein Amir-Abdollahian parla con il più alto funzionario delle Nazioni Unite per gli aiuti umanitari, Martin Griffiths, in un incontro presso il Centro per il Dialogo Umanitario, che cinque anni fa è balzato agli onori della cronaca per il suo ruolo in un accordo in cui il gruppo separatista basco ETA ha accettato di sciogliersi dopo una campagna decennale in Spagna.

L’ambasciatore israeliano a Ginevra, Meirav Eilon Shahar, ha scritto su X che “Israele esprime la sua indignazione per il fatto che il ministro degli Esteri iraniano sia a Ginevra e si incontri con funzionari delle Nazioni Unite e ONG per parlare della ‘situazione umanitaria a Gaza’”.

“L’Iran non ha alcun posto nel futuro di Gaza. È parte del problema, non della soluzione”, aggiunge.

In un messaggio inviato all’Associated Press, il centro afferma che “convoca abitualmente consultazioni a porte chiuse per sostenere la mediazione e la risoluzione dei conflitti in varie parti del mondo”.

“Nell’ultima di queste consultazioni, l’HD ha ospitato una delegazione iraniana di alto livello e altri ospiti invitati per una discussione su Gaza incentrata sui modi per alleviare le sofferenze umane, aumentare l’assistenza umanitaria e ridurre i rischi di escalation nella regione”, si legge nel comunicato.

[jetpack_subscription_form]