La Francia organizza una inutile e prematura conferenza su Gaza

9 Novembre 2023
soldati israeliani entrano a gaza

Circa 80 Paesi e organizzazioni internazionali si riuniscono oggi a Parigi per coordinare gli aiuti e valutare come aiutare i feriti nell’enclave palestinese di Gaza, anche se le aspettative di risultati concreti sono scarse senza una pausa nei combattimenti.

La Francia ha offerto sostegno a Israele dopo l’attacco mortale del 7 ottobre da parte dei terroristi di Hamas, ma i bombardamenti di rappresaglia di Israele hanno sollevato preoccupazioni per l’aumento delle vittime civili. Migliaia di persone sono state uccise, ferite e sfollate a Gaza.

“Non è un segreto per nessuno che oggi a Gaza sia difficile accedere ai beni di prima necessità, alle medicine, all’acqua, ecc… Quindi l’obiettivo è davvero quello di lavorare con tutti i partecipanti e anche con Israele… per consentire un migliore accesso”, ha dichiarato un funzionario presidenziale francese ai giornalisti prima della conferenza.

Israele escluso

Il primo ministro dell’Autorità Palestinese sarà presente, ma Israele non è stato invitato. I funzionari francesi hanno dichiarato che Israele è stato tenuto al corrente degli sviluppi.

La conferenza riunisce attori regionali come l’Egitto, la Giordania e i Paesi arabi del Golfo, nonché le potenze occidentali e i membri del G20, ad eccezione della Russia. Sono attese anche istituzioni internazionali e organizzazioni non governative (ONG) che operano a Gaza, come Medici Senza Frontiere.

Tuttavia, pochi capi di Stato, di governo o ministri degli Esteri parteciperanno e le ONG hanno criticato il fatto che la conferenza non eserciti maggiori pressioni per un cessate il fuoco.

“Sarà un esercizio di ripetizione delle posizioni nazionali, dicendo ciò che ogni Stato ha dato e darà, ovvero che i civili devono essere protetti e che il diritto internazionale umanitario deve essere rispettato”, ha detto un diplomatico europeo.

I funzionari francesi sperano che questo evento getti le basi per una rapida risposta internazionale quando ci sarà una vera e propria pausa nei combattimenti.

Ci sarà un certo sforzo per mobilitare le risorse finanziarie, con diversi settori identificati per il sostegno di emergenza sulla base delle valutazioni delle Nazioni Unite di 1,1 miliardi di dollari di bisogni immediati e l’apertura di punti di passaggio strettamente umanitari a Gaza.

La Francia dovrebbe annunciare un aumento dei suoi impegni.

Si discuterà di ripristinare la fornitura di acqua, carburante ed elettricità, garantendo al contempo processi di responsabilità per assicurare che gli aiuti non siano stati dirottati verso Hamas.

Si discuterà della creazione di un corridoio marittimo per utilizzare le rotte marittime per trasportare gli aiuti umanitari a Gaza e di come le navi possano essere utilizzate per contribuire all’evacuazione dei feriti.

I colloqui valuteranno anche la prospettiva di istituire ospedali da campo, anche se i diplomatici hanno detto che l’Egitto è riluttante a ospitare una moltitudine di ospedali sul suo territorio, mentre la loro creazione a Gaza sembra difficile senza una pausa umanitaria o un cessate il fuoco.

Senza il consenso di Israele o di Hamas per una pausa, ci sono poche prospettive che le cose si muovano rapidamente.

“Ci aspettiamo che la conferenza sulle questioni umanitarie a Gaza sollevi certamente la questione dei 241 ostaggi israeliani che si trovano a Gaza, tra cui neonati, bambini, donne e anziani”, ha dichiarato un funzionario israeliano.

“Si tratta di una questione umanitaria di prim’ordine e la comunità internazionale deve discuterne nell’ambito di una discussione umanitaria su Gaza”. I francesi hanno dato garanzie sul fatto che la questione sarà discussa.

[jetpack_subscription_form]

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
Tunnel di hamas a gaza
Previous Story

Gaza: IDF catturata importante roccaforte di Hamas. Tunnel adiacenti a un asilo

temen ribelli Houthi sostenuti dall'Iran
Next Story

Crolla internet nello Yemen. Preludio ad un attacco?

Latest from Medio Oriente

Go toTop