Biden a Netanyahu: «fermati, le minacce per Israele sono altre»

24 Luglio 2023

In una dichiarazione rilasciata ad Axios, il Presidente Biden ha invitato il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu a non procedere con il previsto voto della Knesset israeliana su un disegno di legge che fa parte della revisione giudiziaria del governo, dicendosi molto preoccupato per la legislazione e le sue potenziali implicazioni.

Il quadro generale: Migliaia di riservisti israeliani, tra cui piloti di caccia e membri delle unità di intelligence, cyber e operazioni speciali dell’IDF, hanno dichiarato nei giorni scorsi che non si presenteranno in servizio se la legge, che limiterebbe la capacità della Corte Suprema del Paese di rivedere le azioni del governo, passerà alla Knesset. Il voto è previsto per lunedì.

  • Il Pentagono teme che la crisi che sta attraversando l’esercito israeliano possa avere implicazioni negative per la strategia di deterrenza di Israele e incoraggiare l’Iran o Hezbollah a condurre provocazioni militari che potrebbero aggravare la situazione nella regione, ha dichiarato un funzionario statunitense ad Axios.
  • La crisi, soprattutto all’interno delle forze aeree israeliane, potrebbe avere implicazioni operative negative anche per le forze statunitensi che collaborano strettamente con Israele nella regione.

Cosa sta dicendo: Dal punto di vista degli amici di Israele negli Stati Uniti, “sembra che l’attuale proposta di riforma giudiziaria stia diventando più divisiva, non meno [divisiva]”, ha detto Biden nella dichiarazione.

  • “Data la gamma di minacce e sfide che Israele si trova ad affrontare in questo momento, non ha senso per i leader israeliani affrettare i tempi: l’obiettivo dovrebbe essere quello di riunire le persone e trovare un consenso”, ha aggiunto.
  • Flashback: Biden ha esortato Netanyahu in una telefonata della scorsa settimana a cercare di ottenere un ampio consenso per la sua legge di revisione giudiziaria. Secondo due fonti informate sulla telefonata, Biden ha detto a Netanyahu che non è l’unico ad essere preoccupato per la direzione che il Primo Ministro sta prendendo Israele, anche molti americani lo sono.

Guida alle notizie: Le manifestazioni antigovernative hanno raggiunto livelli senza precedenti nel fine settimana, quando decine di migliaia di israeliani hanno marciato da Tel Aviv a Gerusalemme in condizioni di caldo estremo per protestare contro la legislazione. Più di 250.000 israeliani hanno manifestato sabato a Tel Aviv, Gerusalemme, Haifa e in altre città del Paese.

  • Alcune ore dopo la fine delle manifestazioni, Netanyahu è stato trasportato d’urgenza in ospedale dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico per l’impianto di un pacemaker. Le dimissioni sono previste per lunedì, poche ore prima del voto sulla legge.

Stato di avanzamento dei lavori: Il presidente israeliano Isaac Herzog, che domenica è tornato dagli Stati Uniti dove ha incontrato Biden e ha discusso la revisione del sistema giudiziario, sta facendo un ultimo sforzo per raggiungere un compromesso tra il governo e l’opposizione sulla legislazione.

  • Herzog ha proposto di annacquare il disegno di legge in modo da lasciare alla Corte Suprema una certa autorità di revisione delle decisioni governative sulla base della ragionevolezza.
  • La sua proposta include anche una disposizione che non consentirebbe al governo di licenziare il procuratore generale. Inoltre, sospenderebbe qualsiasi altra legislazione riguardante il sistema giudiziario per sei o 18 mesi.
  • Herzog ha incontrato Netanyahu in ospedale e poi ha incontrato il leader dell’opposizione Yair Lapid e l’ex ministro della Difesa Benny Gantz. Lapid ha dichiarato di sostenere i parametri della proposta di Herzog.

Cosa guardare: il divario principale tra Netanyahu e Lapid è la quantità di tempo in cui la coalizione sospenderà qualsiasi ulteriore revisione della legislazione giudiziaria.

  • Lapid vuole almeno 15 mesi, ma Netanyahu ha accettato solo sei mesi, la metà dei quali includerebbe il periodo di pausa della Knesset.
  • Qualsiasi decisione di fermare l’attuale legge dovrà essere presa rapidamente. Il voto dovrebbe iniziare lunedì alle 5:00 del mattino. Se si troverà un accordo, la Knesset dovrà approvare una legge per prolungare la sessione estiva, in modo da avere abbastanza tempo per approvare la legge di compromesso.

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
Previous Story

Riforma giudiziaria in Israele: la lettera dei leader della protesta a Netanyahu

Next Story

Israele nel momento più buio (e i nemici esterni non c’entrano)

Latest from Medio Oriente

Go toTop