Middle East

Connessione tra ISIS e Fratellanza Musulmana . Allarme in Giordania

isis-amman

Un rapporto congiunto delle intelligence israeliana e giordana consegnato ieri sera ai rispettivi ministeri della difesa e degli interni evidenzia come la Fratellanza Musulmana sia direttamente connessa all’ISIS (Stato Islamico dell’Iraq e del Levante) che da mesi controlla una parte della Siria e dell’Iraq e che in questi giorni si sta rendendo protagonista di stragi ed esecuzioni sommarie in Iraq.

Il rapporto è partito dal rischio che sta correndo la Giordania di essere investita dal “ciclone ISIS”. La scorsa settimana alcuni esponente della Fratellanza Musulmana giordana hanno organizzato una manifestazione ad Amman a favore degli estremisti islamici dell’ISIS e martedì mattina alcune avanguardie dei terroristi islamici hanno attraversato il confine tra Iraq e Giordania seminando il terrore tra gli abitanti dei villaggi giordani.

I Fratelli Musulmani giordani non hanno mai fatto mistero di puntare al rovesciamento del regno di Giordania e nella manifestazione della settimana scorsa hanno chiesto che la Giordania interrompa ogni rapporto con Israele. I rapporti tra la sezione egiziana della Fratellanza Musulmana e l’ISIS erano già noti da tempo, ma ancora non c’erano prove che anche quella giordana fosse connessa allo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante. Ora è lampante non solo la connessione ma anche il rischio mortale che sta correndo la Giordania.

Il rapporto delle intelligence israeliana e giordana evidenzia con chiarezza i nomi dei leader giordani della Fratellanza Musulmana connessi all’ISIS, porta alla luce una connessione tra i Fratelli Musulmani giordani e Hamas e svela rapporti economici tra la Fratellanza Musulmana giordana e il Qatar. Tutto questo preoccupa non poco le autorità giordane che pensano di essere il prossimo obbiettivo dell’ISIS. Una riunione congiunta tra i responsabili della sicurezza giordana e israeliana è prevista per oggi ad Amman. Fonti non confermate parlano della partecipazione anche di un rappresentante della intelligence americana in Giordania.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sarah F.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

Tags

Related Articles

One Comment

  1. In Medio Oriente stanno ricorrendo ai ripari contro la Fratellanza musulmana, da noi invece, li osanniamo.
    Bastava seguire oggi pomeriggio su Radio 1 le incredibili dichiarazioni del corrispondente Rai da New York, Giovanna Botteri, che esaltava il discorso di Obama al Cairo nel 2009, e chiedeva a tutti i giornalisti di protestare contro la condanna del tribunale egiziano, di due giornalisti di Al jhazeera che avevano parteggiato per i Fratelli musulmani.
    Se la Botteri si facesse sentire per perorare la causa dei tre ragazzi israeliani rapiti, forse la sua permanenza a New York avrebbe i giorni contati.

Close