Middle East

Egitto: stato di emergenza per infiltrazione ISIL. Vogliono raggiungere Gaza

Il Governo egiziano del Presidente Al Sisi ha dichiarato lo stato di emergenza dopo che sabato scorso un commando di estremisti islamici ha ucciso 21 soldati egiziani in un attacco a un checkpoint nei pressi del confine con la Libia.

Lo stato di emergenza riguarda tutte le regioni che confinano con la Libia e con il Sudan. Stato di emergenza anche nella Penisola del Sinai. Il Ministero dell’interno egiziano ha fatto sapere che uno dei terroristi che hanno attaccato il checkpoint è stato catturato vivo e che al momento è sotto interrogatorio. Il timore, tutt’altro che infondato, è che i terroristi islamici abbiano avuto ordine di raggiungere la Striscia di Gaza per unirsi ad Hamas. Per questo anche il Sinai è stato blindato. Potenziato anche tutto l’apparato militare lungo il confine con la Striscia di Gaza.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sarah F.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

Tags

Related Articles

One Comment

  1. Mi dispiace per l’Egitto, spero la situazione non peggiori. In questi ultimi anni sembrerebbe che l’Egitto si sia davvero impegnato in diventare un paese migliore, passo a passo, ha cercato di avere una politica migliore e di inserirsi di più con l’occidente. Infatti penso proprio per questo si sono distanziati da Hamas, o comunque dall’ estremismo islamico.

Close