Middle East

Israele, colpi di mortaio da Gaza. Immediata reazione israeliana

israele-iaf

Due colpi di mortaio sono stati sparati questa mattina dalla Striscia di Gaza in direzione di una pattuglia dell’esercito israeliano impegnata nel controllo della barriera protettiva. Non si registrano feriti tra i soldati israeliani.

Immediata la risposta da parte di Israele che con l’esercito ha risposto al fuoco provocando due feriti tra i terroristi. In azione anche l’aviazione israeliana che ha colpito una cellula terroristica nella Striscia di Gaza mentre si accingeva a lanciare missili verso Israele. Ci sarebbero vittime tra i terroristi ma al momento in cui scriviamo non ci sono conferme.

Quello odierno è l’ultimo episodio di una continua escalation di attacchi terroristici contro Israele che dal dicembre scorso non conosce sosta nonostante in occidente ci si guardi bene di parlarne se non quando c’è una giustificata reazione israeliana. Negli ultimi trenta giorni sono stati 67 gli attacchi terroristici provenienti da Gaza e diretti a colpire civili e militari israeliani, tra questi il più grave è l’uccisione da parte di un cecchino arabo di un dipendente del Ministero della difesa che lavorava alla recinzione di difesa lungo il confine con Gaza.

Sarah F.

Tags

Related Articles

2 Comments

  1. Da qualsiasi parte provenga l’attacco, Libano, Siria, ecc… Israele dovrebbe occupare la zona da dove sono partiti i colpi.

  2. Oppure come facevano gli Egiziani, prima del 1967, non scordiamoci che erano loro che governavano Gaza, e quando i palestinesi, che allora non reclamavano affatto uno stato mettevano la testa fuori dal guscio I Faraoni con fare molto sbrigativo eliminavano a volte fisicamente gli stessi Palestinesi, oppure li rinchiudevano in carceri fatiscenti e buttavano via la chiave, allora nessuno in Europa o nei paesi Arabi si lamentava, oppure prendevano le parti dei Poveri Palestinesi… ecco questa era l’ipocrisia Europea e Mondiale prima dell’arrivo degli Israeliani, che hanno provato anche con i governatori militari a dare democrazia una parvenza di istituzioni un certo benessere , impianti logistici ecc…. poi tutto distrutto da loro stessi ….e oggi nonostante siano gli Israeliani usciti da gaza da 9 anni questi terroristi ancorano provano a organizzare giornalmente attacchi terroristici contro una nazione Sovrana……bhe allora che venga il pugno di ferro, ma non come la guerra in Libano del 2006 oppure quella ultima a Gaza…. meno non meno, picchio forte ma no ora mi tengo…..mi dico certe volte ma cosa c’è l’ha fare tutta la potenza militare Israele se non la usa al momento giusto ? capisco che serve come deterrente….ma Hamas non capisce che solo che violenza… e la forza …..
    Usiamo la forza e liberiamoci al sud come al Nord, all’Iran ci penseremo al tempo debito ( ma non troppo )

Close