Israele: «nessun cessate il fuoco con Hamas. Colpiremo ancora duramente»

idf schierato a gaza
Truppe israeliane schierate al confine con Gaza

Non c’è nessun cessate il fuoco con Hamas, anzi, Israele colpirà ancora e più duramente la Striscia di Gaza.

E’ quanto ha detto una fonte altamente qualificata del Governo israeliano a Yedioth Ahronoth che lo riporta sul suo sito web.

«Non c’è nessun cessate il fuoco. Siamo pronti a colpire ancora più duramente i terroristi nella Striscia di Gaza» ha detto la fonte al quotidiano israeliano.

La dichiarazione è stata fatta poco dopo che il Premier Benjamin Netanyahu era rientrato anticipatamente dal suo viaggio a Washington dove ha ottenuto il riconoscimento della sovranità israeliana sul Golan.

Il Premier è sempre rimasto in contatto con i vertici militari durante il viaggio di ritorno e non ha mai ordinato nessun cessate il fuoco.

«Hamas ha avanzato varie proposte per un cessate il fuoco tramite intermediari e si è persino offerto di fermare gli scontri sul confine di Gaza» ha raccontato la fonte a Yedioth Ahronoth, proposte che chiaramente non sono state accettate.

Ora si attende l’esito della riunione ad altissimo livello indetta da Netanyahu per decidere il da farsi. Intanto Hamas ha fatto sapere di aver ordinato di interrompere qualsiasi manifestazione o provocazione lungo la barriera di confine di Gaza.