Middle East

La Jihad con il culo degli altri di Abu Mazen e Hamas

Mentre Abu Mazen continua a incitare la violenza contro Israele, anche e soprattutto attraverso menzogne, non esita un attimo a usare corsie preferenziali per far curare i propri famigliari proprio in Israele.

Questa mattina il quotidiano israeliano Yedioth Ahronoth riporta la notizia che il cognato di Abu Mazen è stato operato al cuore presso una struttura privata israeliana, il Assuta Hospital, la stessa dove venne ricoverata lo scorso giugno la moglie di Abu Mazen, sempre per essere curata. Il cognato di Abu Mazen è stato sottoposto a una operazione a cuore aperto che gli ha salvato la vita.

Insomma, nel bel mezzo di un attacco contro Israele senza precedenti (attentati anche questa mattina) per lo più fomentato proprio da Abu Mazen, il Presidente palestinese non esita un secondo a rivolgersi proprio a Israele quando si tratta di far curare i propri famigliari. Se non è ipocrisia questa.

Ma Abu Mazen non è il primo ipocrita a usare le strutture israeliane per curare i propri congiunti. Circa un anno fa la figlia di Ismail Haniyeh, capo di Hamas a Gaza, fu ricoverata in Israele a seguito di alcune complicanze. La fecero passare in gran segreto attraverso il valico di Erez esattamente come avvenne per sua zia, la sorella di Haniyeh, anche lei ricoverata in gravi condizione in una struttura israeliana. Prima ancora era stata la volta della nipotina di sei mesi del capo di Hamas a ricevere cure urgenti in Israele.

Questi sono i leader palestinesi, attaccano Israele in tutti i modi e senza farsi scrupolo di usare sistematicamente bugie per spingere i giovani palestinesi al martirio, ma non esitano un attimo a ricorrere proprio a Israele per curare i propri congiunti. E’ la Jihad con il culo degli altri di Abu Mazen e Hamas.

Scritto da Sarah F.

Tags

Related Articles

2 Comments

  1. Sarebbe troppo facile domandare a queste due bestie perche’ non hanno mandato i loro parenti a curarsi in Siria o in Libano o in Iran, o negli ospedali di Gaza.Ah dimenticavo; a Gaza NO perche’ gli ospedali servono come depositi di armi, munizioni e razzi da sparare contro Israele, e cosi’ pure le moschee attrez
    zate a magazzini di armi ed esplosivi( e basta vedere i filmati di cosa nascondevano i poveri palestinesi
    nella moschea sulla spianata per capire la vilta’ e l’infamia di Abu Mazen, il viscido.)
    Ho letto commenti su queto articolo e qualche risposta e’ stata” noi( israeliani) non siamo come loro, non siamo cosi’ incivili da non dare assistenza a chi ne ha bisogno, chiunque sia. E NO!!! e’ proprio questa la debolezza di Israele, la troppa democrazia e il troppo rispetto dei diritti altrui, compresi quelli dei terroristi che certamente non meritano
    Forse bisognerebbe esssere proprio come loro, almeno in momenti critici e pericolosi come questo, forse
    con un po di paura in piu’ e garantismo in meno le cose andrebbero diversamente

  2. Le solite maglie della democrazia Israeliana, gas, luce, acqua, fogne, sussidi, scuole ospedali tutto gratis per gli Arabo israeliani e non solo, e in cambio cosa ottiene la democrazia di Israele e il sui cittadini, ottengono che chi aiuta viene morso dal’aiutato…e basta iuta re queste bestie, e ora di mostrare il,pugno duro, e se c’è qualcuno che lo dve prendere proprio nel Xulo, che lo prenda la Mogherini !!!

Close