Washington, Rights Reporter – Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha incluso più di 80 entità in liste di sanzioni, che comprendono società cinesi sospettate di “attività ausiliarie a sostegno del settore della difesa russo”.

L’amministrazione Biden ha recentemente espresso la preoccupazione che la Cina possa prendere in considerazione la vendita diretta di armi alla Russia. Il quotidiano tedesco Der Spiegel ha scritto che la Russia era in trattativa con un produttore cinese di droni per l’acquisto di droni kamikaze. Pechino ha negato tali intenzioni.

Altre misure sanzionatorie saranno adottate congiuntamente con i Paesi del G7 e comprenderanno sanzioni contro più di 200 entità e individui provenienti da Russia, Europa e Medio Oriente, sospettati di sostenere le azioni militari della Russia.