Hezbollah sta portando il Libano sull’orlo di una guerra devastante

Hezbollah sta trascinando il Libano in una guerra devastante solo per compiacere i suoi padroni di Teheran
17 Giugno 2024
portavoce idf avvisa hezbollah

L’intensificazione degli attacchi del gruppo terroristico libanese Hezbollah verso Israele potrebbe innescare una grave escalation. Lo ha dichiarato domenica l’esercito israeliano.

“La crescente aggressività di Hezbollah ci sta portando sull’orlo di quella che potrebbe essere un’escalation più ampia, che potrebbe avere conseguenze devastanti per il Libano e per l’intera regione”, ha dichiarato il portavoce dell’IDF, il contrammiraglio Daniel Hagari, in una dichiarazione video in lingua inglese.

Dopo che gli attacchi missilistici hanno causato incendi massicci nel nord, la settimana scorsa Israele ha ucciso il comandante Taleb Abdullah, l’ufficiale più anziano ucciso nei combattimenti.

Hezbollah ha risposto con un lancio di razzi senza precedenti sul nord di Israele.

Domenica due funzionari delle Nazioni Unite in Libano hanno avvertito che c’è un rischio “molto reale” che un errore di calcolo lungo il confine meridionale del Libano possa innescare un conflitto più ampio.

Il coordinatore speciale delle Nazioni Unite per il Libano, Jeanine Hennis-Plasschaert, e il capo delle forze di pace ONU in Libano, Aroldo Lazaro, hanno dichiarato di essere “profondamente preoccupati” per l’escalation lungo il confine libanese.

CBS News ha riferito che anche i funzionari statunitensi sono sempre più preoccupati che possa scoppiare una guerra totale dopo otto mesi di schermaglie, da quando Hezbollah ha iniziato ad attaccare Israele in ottobre a sostegno di Hamas a Gaza.

Alla luce delle preoccupazioni degli Stati Uniti, il sito di notizie Axios ha riferito venerdì che Amos Hochstein, un consigliere senior del Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, arriverà in Israele lunedì per cercare di porre un freno all’escalation.

Hagari ha detto che Hezbollah “ha intensificato i suoi attacchi contro Israele. Da quando ha deciso di unirsi alla guerra iniziata da Hamas il 7 ottobre, Hezbollah ha sparato oltre 5.000 razzi, missili anticarro e UAV esplosivi dal Libano contro famiglie, case e comunità israeliane”.

“I proxy del terrore iraniano continuano a trascinare la regione verso la distruzione. Israele continuerà a combattere contro l’asse del male dell’Iran su tutti i fronti – a Gaza, in Libano – mentre lavoriamo per un futuro più sicuro per il Medio Oriente”, ha detto Hagari.

“Il 7 ottobre non può ripetersi, in nessuno dei confini di Israele. Israele ha il dovere di difendere il popolo di Israele. Noi adempiremo a questo dovere, a tutti i costi”.

Sabato due missili lanciati dal Libano hanno colpito limportante base di controllo del traffico aereo di Mount Meron dell’esercito israeliano. Le Forze di Difesa Israeliane hanno dichiarato che l’attacco non ha provocato feriti e “non ha danneggiato le capacità dell’unità”.

Hezbollah si è assunto la responsabilità dell’attacco, affermando di aver preso di mira le attrezzature della base con missili guidati.

Il gruppo terroristico ha attaccato più volte il Monte Meron, situato a circa otto chilometri dal confine con il Libano, durante la guerra in corso. Ha lanciato grandi raffiche di razzi contro il monte e missili guidati contro la base di controllo del traffico aereo che si trova in cima.

In un altro attacco, sabato, diversi droni carichi di esplosivo lanciati da Hezbollah dal Libano hanno impattato vicino alla comunità settentrionale di Goren, innescando un incendio. L’IDF ha dichiarato che sta indagando sul motivo per cui non è riuscito ad abbattere i droni.

Nell’ambito degli sforzi diplomatici per disinnescare le tensioni, il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato che Parigi, Washington e Gerusalemme formeranno un gruppo contrattuale per lavorare in tal senso, anche se venerdì il ministro della Difesa Yoav Gallant ha escluso il coinvolgimento di Israele.

Dall’8 ottobre Hezbollah attacca quasi quotidianamente le comunità e le postazioni militari israeliane lungo il confine, affermando di farlo in solidarietà con i palestinesi di Gaza, nel contesto della guerra scatenata dall’attacco terroristico dell’alleato Hamas.

Finora, le schermaglie al confine hanno provocato 10 morti tra i civili israeliani e 15 tra soldati e riservisti dell’IDF. Ci sono stati anche diversi attacchi dalla Siria, senza alcun ferito.

Hezbollah ha quantificato in 342 i membri uccisi da Israele durante le schermaglie in corso, soprattutto in Libano, ma alcuni anche in Siria. In Libano sono stati uccisi altri 63 agenti di altri gruppi terroristici, un soldato libanese e decine di civili.

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
Il cittadino svedese Johan Floderus condannato all'ergastolo per spionaggio a favore di Israele
Previous Story

La Svezia cede al ricatto iraniano: Johan Floderus in cambio di un criminale di guerra

jet f-15 armi americane a israele
Next Story

Gli Stati Uniti sbloccano importante vendita di armi a Israele compresi 50 F-15

Latest from Medio Oriente

Go toTop