ONU ai ribelli Houthi: fermare gli attacchi alle navi

Impossibile per il mondo libero lasciare che i ribelli Houthi armati dall'Iran blocchino le importantissime vie di comunicazione marittime
4 Gennaio 2024
ribelli houthi attacco navi nel mar rosso

I membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite hanno chiesto agli Houthi dello Yemen, sostenuti dall’Iran, di fermare i loro attacchi alle navi nel Mar Rosso e nel Golfo di Aden, affermando che essi minacciano la stabilità regionale, la libertà di navigazione globale e le forniture alimentari.

Nel corso della prima riunione formale del Consiglio del 2024, i membri hanno anche chiesto agli Houthi di rilasciare la Galaxy Leader, una nave da carico gestita dal Giappone e legata a una società israeliana, e il suo equipaggio, che il gruppo ha sequestrato il 19 novembre.

Gli Stati Uniti ritengono che la situazione abbia raggiunto un “punto di inflessione”, ha dichiarato Chris Lu, rappresentante statunitense presso le Nazioni Unite.

“Questi attacchi hanno gravi implicazioni per la sicurezza marittima, la navigazione e il commercio internazionale e minacciano la fragile situazione umanitaria dello Yemen”, ha dichiarato Lu.

Il Consiglio di sicurezza non deve permettere che ciò continui”. A questo proposito, e in considerazione dell’urgenza e dell’importanza della questione, il Giappone ritiene che il Consiglio di Sicurezza debba intraprendere un’azione appropriata per scoraggiare ulteriori minacce da parte degli Houthi e mantenere la pace e la sicurezza internazionale”, ha dichiarato al Consiglio l’ambasciatore del Giappone presso le Nazioni Unite, Kazuyuki Yamazaki.

Gli Houthi dello Yemen, sostenuti dall’Iran, hanno dichiarato in precedenza di aver “preso di mira” una nave portacontainer diretta in Israele, un giorno dopo che il Comando centrale degli Stati Uniti (CENTCOM) aveva affermato che il gruppo aveva sparato due missili balistici antinave nel sud del Mar Rosso.

Gli Houthi, che nelle ultime settimane hanno lanciato più di 20 attacchi a navi mercantili, hanno dichiarato di aver attaccato il cargo battente bandiera maltese, ritenendo che fosse diretto in Israele. La nave non è stata colpita.

Gli Houthi, che controllano gran parte dello Yemen impoverito e combattono una guerra civile dal 2014, affermano di agire in solidarietà con i palestinesi a causa della guerra di Israele contro Hamas, dopo l’assalto shock del gruppo terroristico a Israele il 7 ottobre.

Gli attacchi degli Houthi, che si sono concentrati sul punto di strozzatura meridionale di Bab al-Mandeb nel Mar Rosso, hanno interrotto la navigazione in una via d’acqua che trasporta circa il 12% del commercio globale.

In risposta agli attacchi, gli Stati Uniti hanno istituito una task force navale multinazionale per proteggere la navigazione nel Mar Rosso.

Seguici su…

massacro del 7 ottobre sito web

I più condivisi di recente

Uccisione di Saleh Arouri da parte di israele. Cosa succede in medio oriente
Previous Story

Cosa succede in Medio Oriente dopo l’uccisione di Saleh Arouri?

Discorso di Hassan Nasrallah dopo omicidio numero due di Hamas a Beirut
Next Story

Guerra Israele – Hezbollah: non sottovalutare il fronte nord

Latest from Medio Oriente

Go toTop