Fermare il braccio armato degli Ayatollah è un dovere di tutti